Home page | Chi siamo | Obiettivi | Partner | Link consigliati | Eventi | Convenzioni | Libri | Pubblicazioni | Privacy



Redazione: redazione@odontoiatra.it

DETTAGLIO TECNICHE : TECNICHE

Ingrandisci

FOTO1


Ingrandisci

FOTO2


Ingrandisci

FOTO 3


Ingrandisci

FOTO 4


Ingrandisci

FOTO 5


Ingrandisci

FOTO 6


Dimensione caratteri Diminuisci le dimensioni del carattere Reimposta le dimensioni del carattere Aumenta le dimensioni del carattere NUOVO SOFTWARE PER L'ODONTOIATRIA ESTETICA

Digismile aggrega le funzioni di acquisizione direttamente da macchine fotografiche, con standard DCIM, di immagini digitali; elaborazione digitale delle immagini; e di amministrazione delle anagrafiche dei pazienti (complete di immagini “prima e dopo” il

Caratteristiche Principali
Modifica digitalmente le immagini della bocca e del volto del paziente, consentendogli di vedere come appariranno dopo il trattamento cosmetico e coinvolgendolo nelle scelte;

Permette al clinico, nel rapporto con il laboratorio, di partecipare al processo creativo della protesi estetica;

Migliora gli aspetti positivi del volto permettendo di ridurre l'incertezza e l'ansia del paziente;

Riduce i passaggi in Protesi Totale permettendo di analizzare più prove estetiche;

Stimola la pianificazione del trattamento attraverso la consegna al paziente delle foto “prima e dopo” ;

Consente allo studio di porsi all'avanguardia nell'utilizzo di strumenti diagnostici e di comunicazione “al TOP”;



A livello strategico Digismile si sviluppa su tre livelli
EDUCATIONAL con:



Analisi del volto
Analisi labiodentale
Analisi dentale
Analisi embrasseurs
Analisi gengivale


FRONT-OFFICE rivolto al paziente con:



Sbiancamento
Contouring estetico con possibilità di deformazioni, micro e mega abrasioni, modifica opalescenze incisali, modifica embrasseurs, modifica gengivale, modifica labbra con libreria rossetto
Chiusura diastemi
Stampa report prima e dopo
Faccette, corone di porcellana e ponti


BACK-OFFICE con il laboratorio odontotecnico. Per la prima volta con Digismile il dentista ha la possibilità di partecipare al processo creativo di formazione del sorriso, sia per le faccette o corone, che per la protesi totale.



Per le faccette, corone in ceramica e ponti, Digismile utilizza una libreria fotografica realizzata nei nostri laboratori partendo dalla serie di forme dentali studiata da Michel Magne e distribuita da Schuler-Dental in Europa con forme in cera. Essa comprende sei bocche da canino a canino con possibilità di mock-up virtuale e veriifca con veener in cera su modello in gesso. Tutto questo permette di fare scelte con spazi coerenti e condivisi tra paziente ed odontotecnico.
Per la protesi totale, Digismile realizza un processo che permette di ridurre i passaggi della prova estetica dei denti: basta fotografare il paziente con il vallo in cera e segnare su di esso la linea mediana e quella dei canini. Anche per la protesi totale Digismile utilizza una libreria fotografica realizzata nei nostri laboratori partendo dalle stringhe di denti Ivoclar Vivadent, verificando quindi con paziente ed odontotecnico la scelta migliore di forma e colore da inserire.




Funzionalità:

Non richiede installazione

Manutenzione e diagnosi del DB automatica

Importazione Semplificata delle immagini da macchine fotografiche DCIM

Pretrattamento correttivo delle immagini (inclinazione, bilanciamento, dimensionamento, contrasto ecc.)

Strumenti integrati per fotoritocco e per micro e megabrasioni

Strumenti di deformazione intuitivi e semplificati

DB pazienti con anagrafica ed immagini (originali e trattate)

Libreria sagome dei denti

Libreria fotografica realizzata partendo dalle faccette di MAGNE prodotte dalla SCHULER

Libreria fotografica realizzata partendo dalle stringhe di denti di IVOCLAIR

Libreria effetti opalescenti incisali

Stampa report per pazienti con diagnosi e immagini prima e dopo il trattamento




Riflessioni dell'ideatore dr. Francesco Genovese :

Negli ultimi 15 anni i meccanismi di adesione hanno permesso al clinico di utilizzare soluzioni e procedure che prima erano poco utilizzate. Si aggiunga a questo la grande domanda di soluzioni cosmetiche ed estetiche richieste dai pazienti per poter affermare che il nostro mondo sta subendo una piccola rivoluzione.

Se sino a qualche anno addietro il problema principale era recuperare la funzione mancante per poter affermare che avevamo svolto un buon lavoro; oggi ci viene chiesto non solo questo ma di diventare costruttori di sorrisi. Ma siamo in grado di costruire sorrisi?

La nostra formazione universitaria e professionale ci permette di erogare il servizio richiesto?

E cosa significa costruire un sorriso?

Rispondo alla prima domanda. Per essere in grado di costruire un sorriso è necessario capire e conoscere l’interazione che esiste tra denti, i tessuti periorali ed i nodi di attenzione presenti nel viso. Questo permette di modificare lo spazio architettonico nel quale eravamo abituati a lavorare e di parlare non solo di riabilitazione ma anche di “composizione estetica”.


Come procedere quindi in questi casi. Un full di fotografie che comprendano il viso, il quarto di sorriso, il mezzo sorriso, il sorriso intero e naturalmente le foto con divaricatori sono indispensabili per capire cosa si modifica mano a mano che questo fiore chiuso che è la bocca si dischiude e lascia a noi carpire i suoi segreti e peculiarità. Sarà nostro compito dopo ripetute osservazioni individuare se sono necessarie modifiche che migliorino l’integrazione con il viso. Naturalmente esistono dei parametri obbiettivi ai quali fare riferimento, mi riferisco per il viso al “piano vestibolare di Rufenacht”, e per la bocca ai parametri del “Gruppo di Zurigo”, 14 punti di analisi stabiliti da alcuni studiosi all’inizio del 1980.

Una volta stabilita l’analisi ed individuate le discrepanze come procedere? Se dovessimo modificare il gruppo anteriore con delle corone o delle faccette un mock-up del tecnico diventa necessario sia per noi ma anche per il consenso del paziente. Ma possiamo dire di aver partecipato alla costruzione di quel sorriso? Direi di No.

Questo è stato il problema che mi sono posto negli ultimi anni, nonostante avessi acquisito una sensibilità estetica su forma, embrasseurs e linee di transizione dei denti non la riuscivo ad esprimere. Quando il tecnico modellava io non potevo essere presente e quando facevo richieste di modifica venivo accontentato solo per alcune cose.

Da queste considerazioni è nato il progetto DIGISMILE, un team di informatici da me coordinato ha creato uno strumento virtuale in grado di aiutare il clinico nel processo decisionale dell’analisi estetica e della costruzione del sorriso in sintonia con il laboratorio.

I software di computer imaging sono presenti negli Stati Uniti da molti anni; per chi li utilizza pongono lo studio odontoiatrico all’avanguardia nel consenso del paziente.

Sono in genere modifiche di software di grafica come Adobe Photoshop altri simili, ma si limitano ad una serie di modifiche geometriche e cromatiche.

Con DIGISMILE è stato compiuto un passo in avanti notevolissimo. Per la prima volta vengono messi a disposizione in un unico software sia il meglio degli strumenti di grafica dei più importanti software di computer grafica sia una serie di funzionalità avanzate e concepite per un uso specifico in campo odontoiatrico.

Inoltre, nessuno ha mai impostato la "Cartella Estetica" (importante strumento che fornisce una notevole quantità di informazioni anatomiche che aiutano ad effettuare oggettive valutazioni sulla situazione del paziente); nessun altro software permette poi di fare una ceratura virtuale e verifica succedanea sul modello in gesso.

La curva di apprendimento di un programma impostato solo per l’odontoiatria al contrario di quelli di grafica generalizzata è veramente breve, una giornata di formazione basta a chi ha una conoscenza di base.

Non bisogna poi essere riluttanti a fare la simulazione ed a mostrarla al paziente avendo paura che il risultato virtuale non corrisponda al risultato vero. Il paziente si rende conto che il risultato virtuale è uno strumento di simulazione. Anzi al contrario di molte parole una immagine riesce a spiegare il percorso di lavoro che termini squisitamente odontoiatrici non riuscirebbero a fare.





Autore: DR.FRANCESCO GENOVESE

Odontoiatra.it
P.IVA 01550940793
created by: WIREX