Home page | Chi siamo | Obiettivi | Partner | Link consigliati | Eventi | Convenzioni | Libri | Pubblicazioni | Privacy



E-mails: redazione@odontoiatra.it contatti@odontoiatra.it

DETTAGLIO ARTICOLI

Ingrandisci



Dimensione caratteri Diminuisci le dimensioni del carattere Reimposta le dimensioni del carattere Aumenta le dimensioni del carattere Il bambino autistico

Inizare una terapia odontoiatrica con un paziente autistico, richiede molta preparazione, anche sotto il livello psicologico.

in Italia vi sono 360mila soggetti affetti da autismo (6:1000) e secondo recenti stime Oms l’autismo colpisce 1:150 soggetti.
Questo significa che ogni dentista, nell’ambito della sua esperienza professionale, incontrerà certamente un paziente autistico.
Chi ha un figlio autistico sa bene cosa significhi cercare un dentista attrezzato per pazienti ‘non collaborativi’, ecco perchè l'odontoiatra deve trovare un approccio giusto per creare una situazione piacevole con il paziente. 0gni odontoiatra dovrebbe acquisire, nell’ambito del suo curriculum formativo, competenze in materia di odontoiatria speciale, anche per decidere se curare o delegare la cura di soggetti con particolare necessità a centri specializzati.

Ci sono molti accorgimenti che bisogna attuare nello studio odontoiatrico, l'approccio psicologico, è indispensabile per scoprire la chiave giusta per entrare nel mondo e nella personalità di ogni singolo soggetto: quindi il professionista che si occupa di odontoiatria speciale deve conoscere a fondo ogni patologia, essere un po’ neuropsichiatra e un po’ psicologo.

Un'altro problema che si deve evitare è il dolore, il dolore ha modulazioni cognitive, emozionali e sensoriali ed è un’esperienza che difficilmente si dimentica. L’autismo è associato a ipersensibilità ai rumori e agli odori; quindi un’ulteriore elemento è di limitare il rumore, cercando di non parlare mai ad alta voce, di evitare la vicinanza di telefoni o allarmi di qualsiasi tipo, scegliendo ausili tecnologici che limitino al massimo il disturbo uditivo.
Spesso, quando si ottiene la collaborazione, dura poco ed è sufficiente solo per cure rapide, quali manovre preventive di profilassi primaria e secondaria; ne consegue che la cura deve essere breve e veloce.

Un'altra fondamentale precauzione che bisogna mettere in pratica è, quella di evitare qualsiasi tipo di contenzione: il paziente autistico può viverla come una vera e propria violenza. Lo stress accumulato durante una contenzione “non capita” può distruggere ogni possibilità di rapporto futuro.
Non rispettare queste misure può precludere la possibilità della cura ambulatoriale. Nei casi in cui la collaborazione in ambulatorio non consenta la cura o se la cura è particolarmente lunga e complessa va valutato il trattamento in sedazione/narcosi.

Lo studio dovrebbe disporre di personale preparato, attrezzature tecnologiche minimamente invasive, ambienti rilassanti.
Il personale di studio deve essere presente in abbondanza per velocizzare i tempi di trattamento; è richiesta una disposizione d’animo adatta a lavorare con soggetti disabili e una preparazione professionale mirata.
Ultimamente i maggiori esperti internazionali di autismo parlano di relazioni tra il sistema immunitario e il sistema nervoso: vale a dire che, in soggetti predisposti, il contatto con determinate sostanze dà un’abnorme risposta immunitaria. Le sostanze accusate sono in particolare i metalli pesanti (soprattutto il mercurio) e il fluoro.

E' opportuno dire che, nonostante sia valido il principio di base di non creare troppo stress a questi piccoli pazienti, le strategie più adatte per raggiungere tale obiettivo possono essere anche molto diverse da caso a caso. Più che di autismo, si dovrebbe parlare infatti di "disturbi dello spettro autistico", a sottolineare il fatto che la patologia ha moltissime forme e sfumature, da quelle più disabilitanti e gravi a quelle più leggere
Non è sicuramente facile curare i pazienti con tali problematiche, sspecialmente i bambini, hanno bisogno un’assistenza particolare e di dovuti accprgimenti.

Vedi anche: Autismo/piccoli pazienti

Autismo e odontoiatria

Odontoiatra.it



Autore: Odontoiatra.it

Odontoiatra.it
P.IVA 01550940793
created by: WIREX