Attività antimicrobica dei fitoterapici in odontoiatria

0
164

La fitoterapia, da phyton (pianta) e therapeia (terapia), è una “disciplina” che studia gli effetti terapeutici delle piante officinali: si tratta di una branca della medicina
che utilizza principi attivi contenuti nelle piante per scopi curativi. L’azione farmacologica della pianta è legata al “fitocomplesso”, ossia un insieme di sostanze biochimiche composite dotate di attività farmacologica e capaci di attivare o regolare varie funzioni dell’organismo. Per esaltare le proprietà curative delle numerose sostanze vegetali usate in fitoterapia, esse vengono raccolte nel loro periodo di maggiore efficacia (tempo balsamico) e, successivamente, trattate in modo da accentuarne le caratteristiche. Farmaci fitoterapici trovano impiego da molti anni, e con successo, anche nella pratica odontoiatrica. La saliva, la lingua, le gengive e i denti costituiscono veri e propri “habitat” all’interno dei quali possono impiantarsi determinati ceppi microbici (eco compartimentalizzazione). La quantità e la qualità della flora batterica, formata in massima parte da batteri di tipo aerobio (cocchi e bastoncelli), variano da un paziente all’altro e nello stesso paziente in relazione a momenti differenti (variazioni fisiologiche) oppure a condizioni patologiche e/o ambientali, favorendo talora la comparsa di specie
microbiche più aggressive (spirochete, bacilli fusiformi, miceti opportunisti) con l’insorgenza di stati infiammatori a carico dei tessuti orali. Da ciò deriva il razionale
per l’uso di antibatterici e antinfiammatori di origine vegetale nella terapia di
gengiviti, parodontiti, lesioni micotiche, ulcere aftose, nella detersione dei canali
radicolari e nella prevenzione della carie. Scopo del presente lavoro è fornire un quadro delle applicazioni terapeutiche che i fitoterapici possono avere in campo odontoiatrico. È stata condotta una ricerca della letteratura inerente l’utilizzo delle piante medicinali nella pratica odontoiatrica in riferimento alla loro attività antimicrobica. La ricerca bibliografica è stata effettuata a partire dal 1995 nelle principali banche dati (PubMed, Embase e Scopus) per individuare articoli clinicamente rilevanti. Le parole chiave impiegate sono
state: Phytotherapy, Medicinal plants, Phytomedicines, Antimicrobial agents, con riferimento all’odontoiatria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here