Come riportare il sorriso nel paziente odontoiatrico con disabilità

0
128
Al Day Surgery odontoiatrico intervento e dimissioni in giornata. E per i bambini con sindrome di Down il progetto coinvolge anche i genitori.

Al Day Surgery odontoiatrico intervento e dimissioni in giornata

 

Presso il Centro ad alta specializzazione nella cura odontoiatrica ambulatoriale di pazienti pediatrici non collaboranti e disabili del Policlinico Gemelli le situazioni più complesse sono affrontate con particolare delicatezza, fino ai casi in cui, per la scarsa possibilità di collaborazione attiva del paziente si rende indispensabile il ricorso alla sedazione /narcosi. Queste situazioni, identificate in base alla classificazione dell’American Society of Anesthesiologist (ASA), che misura il rischio anestesiologico, sono affrontate secondo i più elevati standard di sicurezza e solo in casi particolari.

 

Un servizio di Day Surgery per il trattamento odontoiatrico di pazienti con grave difficoltà di collaborazione, di cui è responsabile il Prof. Massimo Cordaro, deriva dalla collaborazione con l’Istituto di Anestesia e Rianimazione e con il Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università Cattolica di Roma.

 

In particolare, vi accedono i pazienti autistici, i pazienti con ritardo mentale in presenza di sindromi varie, anche rare, i bambini sani fragili per età e con odontofobia, gli adulti con disabilità grave e i pazienti che necessitano di interventi multipli e\o molto invasivi con una finestra temporale di operabilità molto ristretta.

 

Le tecniche odontoiatriche adottate con questi pazienti sono le più avanzate, anche dal punto di vista della Evidence based Medicine. Vengono eseguiti tutti i trattamenti, da quelli parodontali, ortodontici semplici o conservativi, fino ai trattamenti chirurgici.

 

La modalità di ricovero del Day Surgery Odontoiatrico del Gemelli ha permesso di ottimizzare il rapporto costo/beneficio; i pazienti vengono generalmente dimessi nella stessa giornata e nessuna complicanza si è manifestata né nell’immediato, né a distanza. Il ciclo di ricovero prevede tre ingressi in ospedale: il primo per la visita ambulatoriale medica ed anestesiologica, e gli eventuali accertamenti strumentali e radiografici. Il secondo di esecuzione dell’intervento in Day Surgery. Il terzo, ancora ambulatoriale, per controllo dopo una o due settimane.

 

È importante investire tempo e risorse per erogare queste prestazioni a pazienti ad alto rischio di recidiva di patologia del cavo orale, attività resa possibile dal supporto dell’attività ambulatoriale nel reparto di Odontoiatria Pediatrica del Gemelli, che permette di eseguire i controlli odontoiatrici post-operatori e controlli a distanza, al fine di prevenire e intercettare precocemente l’insorgenza di patologie del cavo orale.

 

DOVE RIVOLGERSI: Per accedere al Servizio di Day Surgery telefonare dalle 8,30 alle 12,30 al Centro Unico Prenotazioni, ai seguenti recapiti: 06.30154976-

 

06.30157000

 

 

 

E per i bambini con sindrome di Down il progetto coinvolge anche i genitori

 

 

 

C’è un caso che, per le cure odontoiatriche, richiede attenzioni ancora maggiori: è quello del paziente con Sindrome di Down. Un soggetto che per la conformazione dello scheletro facciale, per la muscolatura a volte disorganizzata, per i problemi di denti e gengive congeniti o dovuti a scarsa e difficile cura, ha bisogno più degli altri di un’attenta e periodica osservazione del cavo orale.

 

L’odontoiatria e l’ortodonzia possono migliorare la qualità della vita delle persone con Sindrome di Down in cui l’assenza di alcuni denti definitivi o le dimensioni dentali alterate, determinano spesso una malocclusione, rendendo progressivamente più difficili attività abituali come la masticazione.

 

Alla trisomia 21 sono inoltre frequentemente collegate, oltre che le carie, anche una serie di fastidiose patologie delle mucose come parodontiti, gengiviti, infezioni del cavo orale.

Il Dipartimento per l’Assistenza Sanitaria di Discipline Odontostomatologiche del Gemelli e il servizio della UOC di Odontoiatria Riabilitativa ed Estetica collabora da alcuni anni con l’AIPD- Associazione Italiana Persone Down, sviluppando competenze che hanno portato al varo del Progetto “Adottiamo un bambino con Sindrome di Down”, per mettere a disposizione dei pazienti e dei loro familiari, accanto alla specializzazione terapeutica e diagnostica, la disponibilità ad accogliere problematiche, dubbi e paure di chi tutela la vita di questi bambini. L’Odontoiatria del Gemelli propone appuntamenti fissi di visita e di consulenza medico-odontoiatrica, curando denti, gengive e mascellari, ma anche fornendo appoggio e cura umana ai genitori.

 

La prima visita è consigliata verso i 4-5 anni, l’età migliore per riequilibrare la crescita di palato e mandibola (ideale anche per il grado di collaborazione che può venire dal bambino). Piani di prevenzione e di istruzione all’igiene orale saranno affiancati da cure dentarie eseguite direttamente in ambulatorio. Laddove si presentasse la necessità, i piccoli pazienti possono usufruire del Progetto “Sedazione”, grazie alla cura di una equipe specializzata di anestesisti. Il tutto in logica multidisciplinare, che si attua grazie all’affiancamento dei servizi di Pediatria, Otorinolaringoiatria e Logopedia. Il piano di cura deriverà dalle esigenze specifiche del paziente e dei suoi tutori.

 

L’equipe, diretta dal Prof. Roberto Deli, primario del servizio di Odontoiatria Riabilitativa ed Estetica e direttore del Dipartimento, composta dalle dottoresse Laura Cacucci, coordinatrice del servizio e Raffaella Baffa, responsabile dell’attività, adotta anche una tecnica assolutamente innovativa e non invasiva come la fotogrammetria 3D per indagare, e quindi poter meglio intervenire, sulle asimmetrie ed i rapporti delle varie parti del volto dei bambini con sindrome di Down.

 

DOVE RIVOLGERSI: Per accedere alla prima visita telefonare, nelle ore del mattino, ai numeri:

 

06.30154976 – 393.2437842

 

06.30157000 (Centro Unico Prenotazione).

 

odontodown@rm.unicatt.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here