Come superare l’odontofobia

0
341
L’odontofobia consiste in uno stato intenso, ingiustificato, duraturo e non controllabile di paura nei confronti del trattamento odontoiatrico

La fobia del dentista porta il paziente a inventare qualsiasi scusa per non varcare neanche la soglia dell’entrata di uno studio odontoiatrico, neppure se soffre terribilmente. Piuttosto preferisce imbottirsi di medicine, come antidolorifici e antinfiammatori, che per altro sono dannosi per la salute quando se ne fa un abuso. La paura fondamentalmente è quella del dolore, quindi bisogna pensare che il dentista non è li per procurarci dolore ma per eliminarlo, definitivamente. Tanto più che oggi le tecniche sono mini invasive e l’anestesia è cosi efficace da non lasciare grandi fastidi neppure dopo che è passato l’effetto.

 

Quello che dovete assolutamente fare è avere uno scambio franco con il vostro dentista, spiegandogli il problema con molta naturalezza e senza timidezza.

 

 

 

Chiedete informazioni su quello che andrà a fare ai vostri denti, fatevi illustrare tutta la procedura, e discutete su tutte le varie fasi. Quello che non si conosce fa paura, quindi prendete confidenza con questa situazione per voi problematica. Il dentista sa come trattare questi casi, ne fa ogni giorno esperienza. Non costringetevi se la situazione non lo richiede e vincete la fobia a piccoli passi. Avvicinatevi allo studio, entrate nella sala d’aspetto e osservate l’atmosfera, parlare con la receptionist e fatevi dire come opera lo studio. C’è anche la possibilità di trovare uno studio dentistico che, per andare incontro ai propri pazienti, è attrezzato con una “camera relax” dove troverete una poltrona auto massaggiante, con color terapia e musicoterapia in un ambiente ovattato e insonorizzato.

 

Questo insieme di tecniche estremamente rilassanti può aiutarvi moltissimo ad arrivare sulla poltrona del dentista molto più tranquilli.  Per i casi più seri è sempre consigliabile farsi aiutare da uno psicologo con sedute di terapia sistemico-relazionali o cognitivo-comportamentali.

 

I bambini devono essere aiutati dai genitori che dovranno trasmettergli tranquillità e fargli prendere confidenza con lo studio e il dentista.

 

 

 

Assicuratevi che nello studio odontoiatrico ci sia un bravo pedodonzista che ha una specifica formazione su come trattare con i bambini.  Cercate anche studi odontoiatrici “a misura di bambino”.

 

Sta all’intelligenza dei genitori poi non accentuare il disagio del piccolo, minacciandolo di portarlo dal dentista nel caso faccia i capricci.  Evitate di associare la figura del dentista ad un evento punitivo e negativo.

 

 

Autore: Amministratore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.