Cronaca odontoiatrica /sanguinamento gengivale/asma

0
322

Oggi odontoiatra.it vuole parlarvi di sanguinamento gengivale, e di come possa essere strettamente legato a quei pazienti che soffrono di patologie a carico respiratorio.

Vi è un legame tra la parodontite e le patologie bronco-polmonari ostruttive croniche BPCO. E’ ancora sconosciuto però, se la salute orale e le patologie asmatiche abbiano la stessa correlazione. Alcuni dati ci suggeriscono che, le inalazioni per l’asma e la respirazione a bocca aperta possono portare a una ridotta produzione di saliva, variazioni del pH del cavo orale e aumento del rischio di carie.

Sono stati svolti studi sull’associazione tra il sanguinamento delle gengive e l’asma, i suoi sintomi e le BPCO, cercando di capire quale ruolo potessero avere il fumo, i farmaci per l’asma, l’igiene dentale e il reflusso gastroesofageo (GERD).

Tramite un sondaggio postale avente domande sulla salute respiratoria e orale dei pazienti, sul sanguinamento delle gengive durante le fasi di spazzolamento, l’età, il fumo, il livello di istruzione, la città , il sesso, la massa corporea, le eventuali malattie cardio-metaboliche, eventuale reflusso gastroesofageo, le manovre di igiene dentale quotidiane, l’eventuale congestione nasale, e gli eventuali farmaci assunti per l’asma. Questo questionario è stato inviato a campioni di popolazione in sette centri del Nord Europa, ed hanno risposto in 13.409 soggetti.

I risultati emersi dai questionari hanno rilevato che, il sanguinamento delle gengive fosse presente raramente o mai tra il 76%, e l’83% della popolazione indagata che ha riferito di lavarsi i denti due volte al giorno. La prevalenza di sanguinamento delle gengive si è dimostrata variare notevolmente tra i vari centri indagati. La prevalenza dei sintomi di asma variava tra i centri dal 10% al 19% Il sanguinamento delle gengive è risultato essere più comune nelle persone con livello di istruzione più basso, direttamente proporzionale con l’aumento dell’indice di massa corporea ,e maggiore nei soggetti affetti da malattie cardio-metaboliche. Il sanguinamento delle gengive è risultato essere più frequente tra le persone solite a lavarsi i denti raramente, e in persone con malattia da reflusso gastroesofageo.

Dunque il sanguinamento gengivale è statisticamente correlato all’asma.

Le associazioni osservate si sono dimostrate significativamente più rilevanti nei fumatori correnti.

In questi dati emerge un legame fondato tra il sanguinamento delle gengive e la malattia ostruttiva delle vie aeree, e si può anche ipotizzare che i batteri patogeni orali possono avere effetto sfavorevole sulle vie respiratorie, probabilmente per la continuità diretta della mucosa del cavo orale e delle vie respiratorie.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.