E’ in arrivo un credito agevolato per i dentisti liberi professionisti attraverso Confidi. Una opportunità non solo per i giovani

0
225

L’Unione Europea durante le scorse settimane, ha anticipato la volontà, per la gestione dei Fondi europei per il credito ad imprese e professionisti, di individuare in Confidi, al pari delle casse professionali come l’ENPAM, gli intermediari naturali.

Confidi – consorzi di garanzia collettiva dei fidi – nascono nelle associazioni di categoria, in particolare delle imprese, per facilitare l’accesso al credito. Dal 2012 interessano anche dentisti, medici di famiglia e pediatri iscritti a Confprofessioni tramite Andi, Fimmg e Fimp.
Oggi circa 2.000 professionisti sanitari riuniti in Confprofessioni partecipano ai Confidi istituiti nel 2013 in FIDIPROF Nord e FIDIPROFSud.

“Attraverso FIDIPROF è possibile accedere a finanziamenti più facilmente ed a condizioni vantaggiose rispetto a quelle praticate dal mercato del credito”, dice ad Odontoaitria33 Carlo Ghirlanda (nella foto) componente CDA FIDIPROF Sud, vicepresidente Confprofessioni Lazio oltre ad essere segretario culturale nazionale ANDI. “Per ora non sono molti i dentisti che hanno utilizzato i servizi offerti da FIDIPROF nonostante i vantaggi siano molti”, dice Ghirlanda.

FIDIPROF non è un istituto erogatore di finanziamenti ma una sorta di garante per il professionista nei confronti dell’istituto di credito e questo, evidenza Ghirlanda, “è un vantaggio notevole non solo per i giovani dentisti ma anche per i professionisti più affermati che necessitano di un credito in un periodo come l’attuale in cui è molto difficile ottenerlo”.

Anche per acquistare un immobile per il proprio studio, per ristrutturarlo, per acquistare le attrezzature necessarie ma anche materiale di consumo sono alcune delle spese finanziabili attraverso FIDIPORF.

In quanto a cifre, la finanziabile da FIDIPROF è stabilita all’importo di 100 mila euro ,anche se è possibile richiedere garanzie anche per importi maggiori. In tali casi la richiesta deve passare al vaglio dei Cda.
Per diventare socio di FIDIPROF, che è una cooperativa, è necessario essere socio ANDI e pagare una quota di iscrizione di 250 euro, che saranno rimborsati al momento della uscita dalla cooperativa.
Nel caso di una richiesta di credito bancario FIDIPROF agirà per l’iscritto come prestatore di garanzia per conto del professionista nei confronti di uno degli istituti di credito convenzionati, a supporto della erogazione del finanziamento, che avviene a tassi agevolati e con spese di gestione inferiori a quelle mediamente messe in pratica dal mercato.

“Speriamo di poter presto contare anche sull’impiego dei fondi europei, continua Ghirlanda, sarà sicuramente un ulteriore vantaggio per i dentisti liberi professionisti”.
I fondi europei “potranno rappresentare ulteriori opportunità a disposizione per i nostri studi per dare continuità e sviluppo a quel modello di organizzazione della professione che da sempre caratterizza l’offerta della odontoiatria italiana e si è rivelato vincente sia per quanto riguarda la professione e per i pazienti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.