Finitura di qualità superiore per tutte le superfici in ceramica. Seconda parte

0
165
odontoiatra.it, implantologia, impianti dentali, protesi
odontoiatra.it, implantologia, impianti dentali, protesi

Lavorazione delle zone sottomucose da parte di Uwe Gehringer/Monaco
Specialmente le zone sottomucose degli abutment ibridi sono soggette ad una particolare lavorazione superficiale. Recentemente è richiesta in questa zona una rugosità residua che vale come premessa per l’adattamento del tessuto. Rifinitura della superficie con Panther smooth 260. Si ottengono i valori desiderati di rugosità residua fra 0,21 e 0,40 (jm
II sistema semaforico per la classificazione della rugosità nella zona basale potrebbe essere presentato in questo modo [2,3]: rugoso = > valore di rugosità: 0,41 |jm (rosso: rischio aumentato di deposito di placca) liscio = < valore di rugosità: 0,2 |jm (giallo: adesione ridotta dei fibroblasti) mediamente rugoso = valore di rugosità: da 0,21 a 0,4 pm (verde: adesione ottimale)
Passaggi corretti per l’utilizzo di abutment ibridi individuali. Formazione del profilo di emergenza con abutment di guarigione individuali (Dedicam). Integrazione sicura degli abutment ibridi e cementazione delle corone in ossido di zirconio
Passaggi corretti per l’utilizzo di abutment ibridi individuali. Formazione del profilo di emergenza con abutment di guarigione individuali (Dedicam). Integrazione sicura degli abutment ibridi e cementazione delle corone in ossido di zirconio

Passaggi corretti per l’utilizzo di abutment ibridi individuali. Formazione del profilo di emergenza con abutment di guarigione individuali (Dedicam). Integrazione sicura degli abutment ibridi e cementazione delle corone in ossido di zirconio
Passaggi corretti per l’utilizzo di abutment ibridi individuali. Formazione del profilo di emergenza con abutment di guarigione individuali (Dedicam). Integrazione sicura degli abutment ibridi e cementazione delle corone in ossido di zirconio

Odt. Carsten Fischer

Ha bisogno di una corretta lavorazione superficiale, la ceramica integrale monolitica poiché altrimenti si provocano abrasioni meccaniche sulla protesi o si danneggiano gli antagonisti. Nella prima parte Carsten Fischer ha presentato un set di lavorazio

ne con il cui ausilio si può ottenere una finitura di qualità superiore delle superfici ceramiche. Questa parte si occupa della corretta lavorazione superficiale degli abutment

Carsten Fischer svolge dal 1996 la sua attività di odontotecnico in proprio a Francoforte sul Meno. Dal 1994 è attivo come relatore a livello internazionale e integra quest’attività con pubblicazioni in molti paesi. Carsten Fischer è membro di diversi comitati scientifici e consulente di lunga data dell’industria dentale. È docente all’Università Steinbei di Berlino, referente di diverse organizzazioni (DGI), Vicepresidente di EADT e membro attivo della FZT e.V. (Associazione di odontotecnica).

Odt. Carsten Fischer Sirius Ceramics Francoforte sul Meno

Tel. +49 (069) 66 36 69 10 • info@sirius-ceramics.com

La superficie di abutment ibridi in implantologia

Gli abutment di impianti individuali stanno diventando sempre più lo standard protesico quotidiano. Essi garantiscono alta sicurezza, buona qualità del risultato e una situazione di stabilità duratura del tessuto duro e molle. A causa dell’eccezionale tollerabilità e dell’estetica ottimale, l’ossido di zirconio e il disilicato di litio (LS2) sono la prima scelta anche in questa disciplina.

In implantoprotesi è estremamente importante anche la preparazione corretta delle parti in ceramica. In questo settore recentemente le cognizioni sono cambiate molto, particolarmente intorno alle zone sottomucose, rispetto alla rugosità residua desiderata.

Topografia superficiale

Per un risultato di successo a lungo termine si persegue un’adesione ottimale della mucosa peri-implan-tare. Per questo la superficie del manufatto impiantare nella regione transmucosa svolge un ruolo decisivo. L’obiettivo è un saldo adattamento della mucosa peri-implanta-re, ma sappiamo che questa zona è fragile e può reagire in modo sensibile contro gli influssi tossici e meccanici. Tanto più è importante mantenere qui il giusto carattere della superficie in ceramica integrale (rugosità residua).

Gli studi dimostrano che c’è un valore di soglia al quale il deposito di batteri e di placca sulla superficie è ridotto e allo stesso tempo viene favorita una deposizione di fibro-blasti. Una superficie troppo rugosa racchiude il pericolo di un maggiore deposito di placca. Se tuttavia la superficie è troppo liscia, i fibroblasti non possono “attecchire” in maniera ottimale alla mucosa peri-im-plantare. Perciò la superficie ideale è quella che ha un valore di rugosità medio (in (jm: a = 0,21-0,40).

Nella fabbricazione di abutment CAD/CAM non è possibile una produzione automatizzata (pronta all’uso). Si possono misurare rugosità superficiale fino a dieci volte maggiori. Per raggiungere il valore di rugosità medio c’è dunque bisogno di una rifinitura manuale.

Secondo il nostro protocollo di lavorazione validato, gli abutment ibridi CAD/CAM hanno una rugosità ottimale e mostrano buone premesse per la formazione del tessuto peri-implantare che si vuole raggiungere.

Conclusione

La protesica moderna registra una quota crescente di metodi di realizzazione monolitici e di conseguenza indirizza l’odontotecnico verso una corretta lavorazione superficiale alla quale è attribuita grande importanza. Nessuna fabbricazione CAD/ CAM in laboratorio o centrale offre superaci “pronte all’uso”.

La qualità della superficie dei materiali in ceramica integrale resta per il momento per il prossimo futuro una fase della realizzazione che rientra nella responsabilità dell’odontotecnico.

Per una sicurezza predicibile del processo è auspicabile uno specifico protocollo di lavorazione che garantisca la stessa lucentezza di gran pregio per l’ossido di zirconio, il disilicato di litio e la ceramica feld-spatica. Una novità è il fatto che con la messa a punto del set di lavorazione descritto venga raggiunto un risultato che dalla lavorazione della travata alle indicazioni più diverse, ceramica di mascheratura estetica, corone doppie in ossido di zirconio fino alle zone limite dell’implanto-protesi (abutment ibridi), le superfici vengono lavorate in modo sicuro.

Ringrazio il team del Dr. Rafaela Je-natschke, Pete Kainath e il team di sirius ceramics.

Il nostro ringraziamento va ai numerosi colleghi che hanno collaborato alla realizzazione:

Benjamin Votteler, Dentaltechnik Votteler

Björn & Yvonne Pfeiffer, Rauschelbach Zahntechnik

Christian Koczy, Dentallabor Christian Koczy

Fred Müller & Team, F. Müller Dental-Technik

Fabian Zinser, Zinser Dentaltechnik Karsten Fuhr & Team, Dental-Labor Hans Fuhr

Katrin Rohde, Schorndorf Pete Kainath, Issing Philipp von der Osten, Dental Design Erlangen Pascal Holthaus, Münster Uwe Gehringer, Made by Uwe Gehringer

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here