Gli strumenti rotanti, frese diamante, pietre, siliconi e lucidanti.

0
163
odontoiatra.it, frese, ptotesi
odontoiatra.it, frese, ptotesi
I Diamantate e lucidanti per protesi fissa. La preparazione di ogni elemento dentale deve essere preceduta da un’accurata fase diagnostica e da un’attenta valutazione dell’elemento dentario in funzione del tipo di restauro prescelto e del materiale utilizzato.

 

Il Kit Protesi “Prisma 1” è frutto di un lavoro d’equipe tra l’Odontoiatra e l’Odontotecnico, indispensabile per fornire un

metodo razionale ed una logica che dovranno guidare il protesista in tutte le fasi del suo lavoro. Risulta quindi indispensabile considerare una serie di parametri fondamentali nella riduzione dell’elemento dentario al fine di garantire all’odontotecncio spessori e spazi corretti per il manufatto protesico: l’altezza del moncone per garantire ritenzione e stabilità, lo spessore adeguato  al materiale utilizzato per un ottimale risultato estetico, la riduzione occlusale per una corretta funzione statica e dinamica.

Bisogna inoltre fornire al restauro una forma geometrica della preparazione che sia ritentiva e stabile, ricercando il

corretto parallelismo delle pareti assiali del moncone; nel settore anteriore questo è più complesso a causa della differente anatomia del versante vestibolare e palatale/linguale, di conseguenza è opportuno evitare preparazioni troppo conicizzate, superiori ai 6 gradi, meno ritentive nei confronti delle forze dislocanti verticali ed orizzontali. La lunghezza delle pareti assiali e un’ampia area di superficie del moncone sono fattori imprescindibili per una buona ritenzione.

 

Oltre a frese di forma più tradizionale, il kit protesico “Prisma 1” prevede l’utilizzo di due frese con una geometria innovativa, specifica per la riduzione della porzione occlusale.

La fresa a “mongolfiera” (Robot 892), è indicata per la riduzione dell’area palatale/linguale di incisivi e canini superiori ed inferiori: la sua forma convessa permette una rapida ed omogenea asportazione di tessuto dentale, ricreando la forma anatomica originale.

La fresa tronco-conica (Robot 870) viene invece utilizzata nella riduzione della porzione occlusale degli elementi diatorici: variando l’inclinazione e la direzione della fresa risulterà più facile riprodurre i versanti interni delle cuspidi vestibolari e linguali/palatali degli elementi posteriori.

Il kit comprende anche tre frese siliconiche specifiche di granulometria differente per la lucidatura finale del moncone, utile per eliminare minime imperfezioni ma soprattutto per favorire lo scorrimento ideale del materiale da impronta, nonché nella fase di cementazione adesiva del manufatto protesico ultimato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here