I professionisti come piccole e medie imprese

0
761

Si apre un tavolo tecnico per l’equiparazione e gli incentivi.

Il sottosegretario Simona Vicari ha annunciato un piano per l’equiparazione e sbloccare gli incentivi alle categorie. Si parte il 15 aprile.

Liberi professionisti e piccole medie imprese sullo stesso piano. Dopo il sigillo del piano d’azione 2020 della Commissione europea, anche l’Italia si avvia a sbloccare l’annosa questione degli incentivi ai professionisti. L’Italia, infatti, è il primo paese nell’Unione Europea per numero di liberi professionisti e «una analisi sui rischi e le criticità del momento riguardanti questi settori è quantomai prioritaria».

Con queste parole, il sottosegretario allo Sviluppo economico, Simona Vicari, ha annunciato l’apertura di un Tavolo tecnico, che si terrà il 15 aprile presso il Ministero, per rispondere alle richieste delle associazioni dei professionisti. «Abbiamo deciso da tempo di studiare, in linea con quanto avviene nella maggior parte dei Paesi europei, un piano per equiparare i liberi professionisti alle piccole e medie imprese, così da agevolare l’accesso agli incentivi previsti per le Pmi» ha affermato il sottosegretario Vicari, sottolineando che lo scorso dicembre il ministro Federica Guidi «ha approvato la costituzione di un tavolo tecnico di analisi sulla competitività delle libere professioni che si insedierà sotto il mio coordinamento».

Tra i primi punti all’attenzione del nuovo tavolo ci sarà anche la verifica dei destinatari degli incentivi e delle misure rivolte alle imprese piccole e medie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.