Il Laser per ridurre le complicazioni post-operatorie a seguito di un’estrazione dei denti del giudizio

0
4124

Le procedure chirurgiche per estrarre i denti del giudizio vengono associate a complicanze intra e post-operatorie non gradite dai nostri pazienti. La maggior parte delle complicazioni e dei disagi post- operatori come il dolore, gonfiore, e trisma sono innescati dalla risposta infiammatoria scatenata successivamente al trauma chirurgico.
Diversi metodi sono stati utilizzati per ridurre al minimo le complicanze post-operatorie, come ad esempio la somministrazione di corticosteroidi locali o sistemici e farmaci anti-infiammatori, e la terapia laser a basso livello (LLLT).

LLLT è una tecnica valida e, a seconda della dose, della lunghezza d’onda, e delle condizioni dell’area di destinazione, può promuovere una varietà di risposte biologiche. L’uso di LLLT ha dimostrato di avere effetti anti-gonfiore dovuti alla sua azione diretta sui vasi linfatici (incremento del numero) e sui vasi sanguigni (diminuzione della permeabilità).

In uno studio clinico pubblicato sull’ International Journal of Oral and Maxillofacial Surgery di marzo 2016 viene dimostrato che l’utilizzo di terapia laser a basso livello e singola dose dopo estrazione dei denti del giudizio è efficace per ridurre complicazioni post-operatorie quali gonfiore, dolore e trisma.

Questo studio cross-over ha coinvolto 22 pazienti sani di età superiore a 17 anni, con necessità di estrazione di entrambi i terzi molari mandibolari, con posizioni radiografiche simili . Subito dopo l’estrazione, sul lato destro o sinistro selezionati in modo casuale, è stata eseguita una terapia con laser a singola dose LLLT (gruppo sperimentale). La stessa procedura di estrazione è stata effettuata 21 giorni dopo per l’altro terzo molare inferiore, senza l’applicazione di LLLT (gruppo di controllo). La terapia laser LLLT è stata applicata in 10 punti: quattro intraorali in prossimità dell’alveolo post-estrattivo ( buccale, distale, linguale, al centro dell’alveolo post-operatorio) e sei extraorali lungo il decorso del muscolo massetere.

L’intensità del dolore è stata valutata mediante scala analogica VAS, mentre il gonfiore è stato misurato come la distanza dal trago alla base mediana del mento. Il trisma è stato valutato mediante il grado di apertura della bocca.

I dati sono stati raccolti a quattro intervalli di tempo:

– prima dell’intervento chirurgico, (T0)

– subito dopo l’intervento, (T1)

– 48 ore dopo l’intervento, (T2)

– 7 giorni dopo l’intervento. (T3)

Da questo studio emerge che, rispetto al gruppo di controllo, il gruppo di studio trattato con LLLT ha mostrato una significativa riduzione del dolore, gonfiore, e trisma a 48 ore e 7 giorni post-trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here