Il nuovo brevetto per PierrelDenaro sul titolo Pierrel, ora in ascesa a Piazza Affari dello 0,75% a 0,745 euro dopo un top intraday a 0,76 euro grazie alla notizia che la società, tramite la propria controllata Pierrel Pharma, ha avviato un progetto con la microazienda biotech Tixuph

0
264
odontoiatra.it, pierrel, biotech Tixuph, dispositivo medico-farmacologico, chirurgia odontoiatrica
odontoiatra.it, pierrel, biotech Tixuph, dispositivo medico-farmacologico, chirurgia odontoiatrica

Denaro sul titolo Pierrel, ora in ascesa a Piazza Affari dello 0,75% a 0,745 euro dopo un top intraday a 0,76 euro grazie alla notizia che la società, tramite la propria controllata Pierrel Pharma, ha avviato un progetto con la microazienda biotech Tixuph.

Nel dettaglio, il dispositivo medico-farmacologico ha lo scopo di ripristinare e rigenerare la mucosa gengivale in pazienti affetti da periodontite evitando così il ricorso alla chirurgia odontoiatrica.

Entro il 2016 Pierrel Pharma punta a completare, di concerto con Tixupharma, la fase di ricerca relativa allo sviluppo e all’industrializzazione del device destinato all’utilizzo, arrivare alla messa a punto del prototipo, registrare e commercializzare il device prima in Europa e poi nel resto del mondo. L’operazione di oggi si inserisce nella più ampia strategia perseguita dalla società volta a implementare e accrescere il portafoglio prodotti, il cui farmaco di punta è attualmente rappresentato da Orabloc, anestetico dentale venduto in Europa, nord America e Russia.

“L’accordo raggiunto con Tixupharma è un ulteriore e decisivo step della politica disegnata da Pierrel per trasformare lo studio dei dentisti in una safety room, ovvero un presidio per la salute integrale del cavo orale”, ha spiegato l’ad, Raffale Petrone, aggiungendo che il nuovo prodotto per la cura non chirurgica della periodontite è stato validato da DRR2.0, il tool di THERAMetrics, holding svizzera controllata da Pierrel.

“Il prodotto nato dagli studi del dott. Carlo Ghisalberti (creatore di Tixupharma, ndr) di cui Pierrel Pharma deterrà da subito i diritti di proprietà intellettuale in diversi Paesi del mondo, arricchisce ulteriormente il bouquet di prodotti Pierrel che, a partire dal primo trimestre 2015 e nel corso dei successivi 12-24 mesi, potranno entrare nelle dotazioni degli studi odontoiatrici”, ha concluso l’amministratore unico di Pierrel Pharma, Velotti Fabio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.