Importanza fluoro topico

0
399

L’importanza del fluoro nella prevenzione della carie è supportata da un’ampia letteratura scientifica; è riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero della Salute. Il fluoro è presente naturalmente nella saliva e si assume con l’alimentazione, una persona adulta necessita di un fabbisogno giornaliero di 1,5-4 mg. Il fluoro aiuta a prevenire la carie rallentando la distruzione dello smalto e accelerando il processo di remineralizzazione. Indispensabile quindi l’igiene orale giornaliera con dentifrici al fluoro. Il fluoro resta fondamentale nella prevenzione della carie. Inoltre su’indicazione del proprio dentista, insieme ad una corretta igiene orale quotidiana, può essere utile associare l’uso di gel ad elevata concentrazione di fluoro (a casa o presso lo studio di un professionista) per aiutare a prevenire la formazione della carie e remineralizzare lo smalto dentale

La carie è una malattia ad alta prevalenza e di notevole incidenza: il miglioramento registrato nei Paesi occidentali fino agli anni ’90 si è arrestato a causa di molteplici fattori non ultimi la grave crisi economica e i fenomeni dovuti ai flussi migratori. Inoltre studi recenti hanno confermato quanto già noto riscontrando come lo zucchero, contenuto in molti alimenti quali i carboidrati, al termine della digestione torni in bocca attraverso le ghiandole salivari e nutra costantemente le colonie di batteri, naturalmente presenti in bocca. Una recente innovazione nei prodotti per igiene orale è l’introduzione di principi attivi naturali, ad esempio l’arginina, un amminoacido naturalmente presente anche nella nostra saliva, che in combinazione con calcio e fluoro aiuta a neutralizzare gli acidi dello zucchero presenti nella placca prima che possano danneggiare i denti.

CARIOGENI

alto rischio carie

Da consumare in associazione ai cibi anticarìogeni protettivi. Evitarli come spuntini o a fine pasto ma non escluderli dalla dieta perchè contengono nutrienti preziosi.

CIBI ACIDI, compresi gli agrumi e bevande dolci

ZUCCHERI semplici o contenuti in alimenti o nelle bevande (zucchero, miele, fruttosio, frutta candita, frutta, cereali, pane, dolci)

ANTICARÌOGENI

contrastano la formazione della carie

Consumare liberamente; da preferire a conclusione di un pasto o come spuntini fuori casa. Abbinati a cibi cariogeni ne riducono gli effetti dannosi (aiutando a neutralizzare l’acidità).

FRUTTA FRESCA non acida

FRUTTA A GUSCIO

(mandorle, noci,..)

VERDURE fibrose crude

FORMAGGI stagionati e LATTE

ACQUA E BEVANDE

alcaline e senza zuccheri

CIBI DI CONSISTENZA

elevata, da masticare, fibrosi, poco adesivi, e alcalini

CARIOSTATICI0

Neutri

Non hanno azione diretta sulla carie.

Si possono mangiare liberamente

La maggior parte delle VERDURE (cotte o morbide)

CIBI PROTEICI (carne e pesce)

GRASSI (formaggi freschi e uova)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.