L’ ODONTOIATRIA E LO SPORT.

0
102
L’attività sportiva, sia essa svolta a livello amatoriale che agonistico è di notevole importanza utilizzare dei presidi che permettono di proteggere i denti e i tessuti orali e periorali dai traumi diretti o indiretti che possono avere conseguenze più o meno gravi.

Recenti studi dimostrano inoltre come una corretta stabilizzazione della posizione mandibolare permette un migliore equilibrio posturale sia statico che nella dinamica del gesto tecnico-atletico con conseguente riduzione degli infortuni muscolo-articolari e un miglioramento della performance sportiva.

Il dentista può agire eseguendo dei presìdi terapeutici adeguati come il PARADENTI O

 

IL BITE.

 

Il Bite è una placca endorale rimovibile che viene generalmente applicata ai denti inferiori, ci sono vari tipi di bite con scopi diversi come il trattamento dei disturbi dell’articolazione mandibolare, protezione dal digrignamento notturno… ma anche come rilassamento pre-gara o per ricondizionamento posturale per l’attività fisica sia essa aerobica (calcio, basket, tennis, sci, motociclismo…) che anaerobica (sollevamento pesi, lancio del peso, tuffi, tiro con l’arco, alcune specialità atletiche…).

La realizzazione del bite richiede un accurata visita preliminare della postura corporea (che viene eseguita sia con una visita clinica che tramite un sofisticato esame strumentale con pedana posturo-stabilometrica) e della cinematica mandibolare mediante l’assiografia elettronica.

Il bite per sportivi ha diversi meccanismi d’azione e la sua costruzione è diversa in relazione al tipo di attività svolta, un bite per sollevamento pesi è diverso da quello per uno sciatore che a sua volta è diverso da un bite per il rilassamento pre-gara…

Una masticazione non corretta, dei disturbi a carico delle articolazioni mandibolari, stress…comportano dei distrurbi muscolari che si riflettono in tutto l’organismo portando da un lato ad una riduzione della capacità atletica e quindi delle performance sportive e dall’altro ad una maggiore suscettibilità ad infortuni muscolari.

Sciatori, calciatori, motociclisti e atleti di vari sport utilizzano rutinariamente questi presidi terapeutici proprio per questi motivi, non solo ma anche in sport dove la capacità atletica non è determinante ma è richiesta una notevole precisione (tiro con l’arco, con la pistola…) il Bite può agire in modo favorevole.

Un paradenti è un apparecchio flessibile che va portato durante le attività atletiche e ricreative.

Il paradenti serve a proteggere la bocca dalle lesioni. I dentisti consigliano vivamente l’uso del paradenti in TUTTE le attività sportive: ogni anno vengono subite oltre 200.000 lesioni alla bocca e alle mascelle.

Il paradenti può prevenire lesioni come fratture o avulsioni traumatiche dei denti ma anche gravi lesioni come commozioni ed emorragie cerebrali, perdita di conoscenza, fratture mascellari e lesioni al collo impedendo alla mandibola di premere violentemente contro la mascella. I paradenti sono efficaci nel separare il tessuto molle della cavità orale dai denti, prevenendo lacerazioni ed ecchimosi alle labbra e alle guance, specialmente di chi porta apparecchi ortodontici.

È consigliabile portare il paradenti ogni volta che esiste la possibilità di contatto con altri partecipanti o con superfici dure (praticamente sempre) è quindi consigliato non solo per chi esegue attività “pericolose” (rugby, boxe, arti marziali, hockey, lotta…) dove per altro sono spesso obbligatori ma anche per il calcio, il basket, lo sci e tutte le altre attività fisiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here