La candidosi orale

0
1476

E’ un’infezione della bocca causata da un tipo di fungo chiamato Candida albicans. L’infezione da candida non è contagiosa, il che significa che non può essere passata ad altri. Se non curata, la candidosi orale può provocare dolore e fastidio alla bocca.

La candidosi orale è un’infezione della bocca causata da un tipo di fungo chiamato Candida Albicans.

Chi è colpito da candidosi orale?

Rottura della pellicina tra il glande e il prepuzio. Da cosa può dipendere?
Postite: che cosa significa e come si cura?
Candidosi: è un disturbo dermatologico?
Candida che persiste: cosa fare?
Pruriti intimi e perdite biancastre: quali sono le cause?
Candida glabrata: è possibile il contagio del partner?
Chlamydia: come si trasmette?
Candida e pelle secca: quali rimedi?
Patina biancastra e prurito al pene: cosa può essere?
Candida: quali conseguenze?
La candidosi orale colpisce spesso le persone che indossano la dentiera perché può essere difficile mantenere una perfetta igiene dentale. La candidosi orale può anche verificarsi nelle persone con un sistema immunitario indebolito, come per esempio i malati di HIV e AIDS. È comune anche nelle persone con diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2. Talvolta può colpire bambini appena nati sani. Può essere passata da madre a bimbo durante il travaglio se la madre ha un’infezione da fungo nella vagina. Può anche essere trasmessa attraverso l’allattamento.

Quali sono i sintomi della candidosi orale?

I sintomi della candidosi orale comprendono:

placche bianche e doloranti nella bocca
sensazione di bruciore sulla lingua
gusto sgradevole in bocca che può essere amaro o salato
arrossamento all’interno della bocca
screpolature agli angoli della bocca
difficoltà di deglutizione
Se si indossa una dentiera e si contrae la candidosi orale si possono sviluppare aree arrossate e doloranti nella bocca, dove si sistema la dentiera. Questa è chiamata stomatite da dentiera. Occorre consultare il medico se si hanno sintomi di candidosi orale. È importante che la candidosi orale sia curata tempestivamente perché se trascurata, i sintomi persisteranno e si continuerà ad avvertire fastidio nella bocca.

Quali sono le cause della candidosi orale?
Le infezioni di candidosi orale sono causate da un aumento dei livelli del fungo Candida albicans, naturalmente presente nella bocca. Questo aumento può provenire da:

sistema immunitario indebolito (immunodeficienza)
patologia di base, come il tumore o l’HIV
fumo
assunzione di farmaci corticostiroidei
assunzione di alcuni farmaci che riducono la quantità di saliva prodotta
ferita nella bocca
I corticosteroidi possono essere usati per ridurre l’infiammazione (gonfiore) e per curare una varietà di patologie, come:

alcuni tipi di tumore
artrite, che è una patologia che causa l’infiammazione delle ossa e dei legamenti
eczema, che è una patologia a lungo termine della pelle che provoca rossore, prurito e secchezza della pelle
asma, che è una patologia a lungo termine che provoca l’infiammazione e il gonfiore delle vie respiratorie dei polmoni
Si è più a rischio di sviluppare la candidosi orale se:

si ha il diabete
si ha un’età specifica (la candidosi orale è più comune nei bambini piccoli e nelle persone anziane)
si hanno alti livelli di zucchero nel sangue
si indossa una dentiera non ben fissata o non pulitaregolarmente
si assumono antibiotici frequentemente
si soffre di carenza di ferro o di vitamina B
ci si sta sottoponendo a terapia per il cancro, come la chemioterapia o la radioterapia
Come si diagnostica la candidosi orale?
Nella maggior parte dei casi lo specialista odontoiatra è in grado di diagnosticare la candidosi orale semplicemente esaminando le placche bianche nella bocca. Tuttavia, si possono utilizzare alcuni test per confermare la diagnosi.

Biopsia e candidosi orale
Una biopsia può essere usata per confermare la diagnosi di candidosi orale. Questo implica il prelievo di un campione delle placche bianche nella bocca per controllare il fungo Candida al microscopio. Il campione può essere macchiato con un tipo di tintura conosciuta come acido periodico di Schiff. Il medico può anche eseguire un tampone dell’area infetta per monitorare la crescita del fungo per un certo periodo di tempo.

Esame del sangue e candidosi orale
Quando si esamina un caso di candidosi orale è bene eseguire un esame del sangue. Questo perché la candidosi orale può essere talvolta associata ad altre patologie, come il diabete e le carenze nutrizionali.

Come si cura la candidosi orale?
La candidosi orale può essere trattata con successo utilizzando farmaci antifungini. Le terapie antifungine sono disponibili nelle forme seguenti:

pillole
pasticche
polverine
creme
risciacqui
I farmaci antifungini che possono essere usati nel trattamento della candidosi orale comprendono:

fluconazolo
itraconazolo
nistatina
clotrimazolo
miconazolo
econazolo
chetoconazolo
Se si stanno assumendo certi antibiotici o corticosteroidi che si pensa possano causare la candidosi orale, sarà necessario cambiare il farmaco o ridurne il dosaggio. Alcuni farmaci antifungini non sono indicati per le donne incinte o in fase di allattamento e per le persone che stanno assumendo altri farmaci. Occorre sempre consultare il medico prima di assumere farmaci antifungini. I possibili effetti collaterali dei farmaci antifungini sono:

nausea
dolore addominale
diarrea
mal di testa
indigestione
Se si indossa una dentiera, una crema antifungina può essere applicata sull’area interessata del palato e in fondo alla dentiera. Se la causa della andidosi orale del paziente non può essere curata, è possibile che egli debba continuare la terapia antifungina per un periodo di tempo più lungo.

Come si previene la candidosi orale?
Il rischio di contrarre la candidosi orale può essere ridotto seguendo alcuni accorgimenti.

Igiene dentale e candidosi orale
Le probabilità di contrarre la candidosi orale sono ridotte se si mantiene la bocca pulita e sana. Ciò può essere fatto:

sciacquando la bocca dopo i pasti
andando dal dentista regolarmente per dei controlli
seguendo una dieta sana e bilanciata, senza assumere più zucchero di quanto raccomandato
mantenendo la dentiera pulita
lavandosi i denti due volte al giorno con un dentifricio che contenga fluoruro
utilizzando il filo interdentale regolarmente
Igiene della dentiera e candidosi orale
Se si indossa una dentiera, è importante pulirla regolarmente per contribuire a prevenire la crescita del fungo. Occorre consultare il dentista per correggere una dentiera che non è ben fissata. Anche questo può ridurre il rischio di candidosi orale e di dolore sotto la dentiera.

Il ruolo del fumo nella candidosi

Il fumo contribuisce alla crescita del fungo nella bocca e aumenta il rischio di contrarre la candidosi orale.

I corticosteroidi e candidosi orale
Se si assumono corticosteroidi come parte della terapia contro l’asma si può prevenire la candidosi orale:

A seguito dell’utilizzo dell’inalatore, bisogna sciacquare la bocca.

odontoiatra.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.