La chirurgia mininvasiva come metodo di lavoro dell’odontoiatria moderna (parte seconda)

145

Per entrare più nel dettaglio, nella ricostruzione del mascellare in casi di atrofie monolaterali o bilaterali in pazienti parzialmente o totalmente edentuli devo- no essere prese in considerazione diverse opzioni. In relazione alla condizione clinica, le alternative a un rialzo sinusale sono fondamentalmente rappre- sentate dagli impianti corti, dagli impianti pre- e postsinusali e dagli impianti inclinati in senso me- siale e/o distale.

Un insufficiente volume osseo nei settori latero- posteriori non rappresenta di per sé l’indicazione per eseguire interventi di ricostruzione ossea. In tutti i pazienti  che, per problemi di medicina generale, patologie a livello del seno mascellare, età avanzata o motivi psicologici, non possono sottoporsi a un intervento chirurgico più invasivo quale l’elevazione del seno mascellare, occorre una precisa valutazio- ne delle possibili alternative. Nei pazienti privi dei denti posteriori bisogna valutare con attenzione che vi sia l’indicazione funzionale e/o estetica che giustifichi l’atto terapeutico. Un ulteriore parametro da considerare nella scelta di un trattamento alternativo è rappresentato dalla minore complessità della tecnica chirurgica, che consente di ridurre la morbilità, la possibile insorgenza di complicanze e un postoperatorio più rapido.

Tutto ciò porta a limitare il numero di indicazioni per le procedure più complesse e invasive, come il rialzo di seno mascellare o gli innesti ossei a blocco.

Sulla predicibilità nel tempo delle alternative terapeutiche meno invasive che cosa ci può dire?

Numerosi articoli scientifici attestano che impianti di lunghezza ridotta hanno un’alta percentuale di successo, percentuale sovrapponibile a quella registrata per impianti di lunghezze standard. Lo stesso vale per gli impianti inclinati mesialmente e distalmente al seno mascellare o posizionati nel tuber.

Nei casi di edentulismo totale, le possibilità terapeutiche alternative al rialzo di seno per una protesi di tipo fisso hanno come obiettivo quello di sfruttare i volumi ossei della regione della premaxilla. La con- figurazione implantare è rappresentata da impianti posizionati ortogonalmente nella zona da canino a canino e distalmente da impianti inclinati e paralleli alla parete mesiale del seno mascellare. Anche in questo tipo di alternativa i dati pubblicati in letteratura mostrano percentuali di sopravvivenza implantare decisamente elevati.

Questi esempi penso possano far riflettere e quan- do si stila un piano di trattamento bisogna sempre ricordare di proporre quello che sceglieremmo per noi stessi.

Lavorare da molti anni in un team di alto livello e partecipare attivamente sia come relatore sia come uditore a corsi e congressi mi ha permesso di conoscere molti professionisti e posso affermare che gli odontoiatri italiani sono fra i più apprezzati al mondo. Solo svolgendo la professione con amore, passione e onestà è possibile crescere, oggi co- me domani, per dare sempre il meglio e rimanere per il paziente un punto di riferimento costante nel tempo.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here