La conservativa diretta

0
199
odontoiatra.it, odontoiatria restaurativa, conservativa diretta
odontoiatra.it, odontoiatria restaurativa, conservativa diretta

Come sottolinea il nome, ha come scopo la conservazione ad oltranza del dente, il risparmio della maggiore quantità di tessuto dentale sano e, senza alcun dubbio, rappresenta la base di tutta l’odontoiatria restaurativa in generale. La terapia conservativa in generale si occupa, e risolve i problemi, dei denti con:
Carie
Fratture
Difetti di forma
Spazi antiestetici fra dente e dente (diastemi)
Difetti di colore non risolvibili solo con la tecnica dello sbiancamento
La conservativa può essere diretta o indiretta; entrambe hanno lo stesso fine ma vengono attuate con diverse modalità. La conservativa diretta comprende tutte quelle metodiche che il dentista usa direttamente, senza l’ausilio di manufatti costruiti dall’odontotecnico, per curare denti cariati o per restaurare denti che presentano difetti di forma o di colore derivanti da cause diverse. I denti con lesioni cariose, i denti fratturati, i denti con difetti morfologici congeniti dovuti allíalterata formazione del dente stesso e con problemi legati al colore (discromie) possono essere quindi molto spesso trattati mediante le tecniche della conservativa diretta e quasi sempre nel corso di una sola seduta. Per fare questo il dentista utilizza materiali da restauro e da ricostruzione che ripristinano la funzionalità dentale, le resine composite. Questi materiali, le cui caratteristiche negli ultimi decenni hanno compiuto passi da gigante, rendono oggi possibile la ricostruzione diretta degli elementi dentali lesi con risultati di grande affidabilità biologica ed estetica. In questa maniera noi possiamo eseguire otturazioni sui denti masticanti posteriori, otturazioni sui denti anteriori e grandi ricostruzioni di denti fratturati nella zona del sorriso in un’unica seduta, con ottimi risultati di lunga durata sia meccanici che estetici, con un grande risparmio di tessuto dentale sano, di tempo e con costi contenuti. L’utilizzo dei compositi è accompagnato dall’uso di prodotti che creano adesione fra le strutture dentali ed il composito stesso: è proprio grazie a queste tecniche adesive, correttamente applicate ed utilizzate, che le otturazioni ottenute possono dare ottime garanzie di durata nel tempo. I restauri così ottenuti vengono chiamati restauri adesivi. Come per ogni tecnica odontoiatrica, e non solo, bisogna tenere ben presente, per evitare insuccessi e delusioni, i limiti di questi sistemi e le loro controindicazioni: lesioni troppo estese, parti mancanti di grandi porzioni dentali, modifiche da effettuare in pazienti con masticazioni forti e traumatiche e grossi cambiamenti da apportare nella zona del sorriso, possono rendere non consigliabili la conservativa diretta. Nei casi in cui la conservativa diretta non trovi indicazione bisognerà eventualmente adottare metodiche di conservativa indiretta o di protesi tradizionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here