Laser per la parodontite!

0
262
Nuova tecnica assicura l’eradicazione dei batteri!

Dopo gli occhi si passa alla bocca.

Il laser può essere impiegato con successo anche per la cura delle parodontiti grazie a una nuova tecnica che garantisce l’eliminazione completa dei batteri e scongiura l’opzione chirurgica.

Si tratta di un laser a diodi abbinato a una speciale sostanza colorante che serve a scovare la presenza dei batteri che colpiscono i tessuti per poi bruciarli. È la cosiddetta terapia fotodinamica, descritta dall’odontoiatra Giuseppe Conca: “si tratta di un nuovo approccio, in grado di sterilizzare le tasche parodontali distruggendo il 100% dei batteri, senza effetti collaterali e in modo meno traumatico rispetto ai sistemi tradizionali. Oltretutto in questo modo in molti casi si evita la terapia chirurgica. Le parodontiti sono risposte infiammatorie indotte dalla placca, che distruggono i tessuti parodontali. Si tratta di un problema molto diffuso, soprattutto dopo i 45 anni, anche se esistono forme aggressive giovanili. Oltre alla terapia chirurgica – prosegue Conca – esiste oggi una tecnica laser meno invasiva: la terapia fotodinamica. Si applica una sostanza colorante, dall’effetto antibatterico, nella parte da trattare. Questa sostanza si fissa sulle membrane cellulari dei batteri, rendendoli dunque visibili. Poi un laser a diodi, con una lunghezza d’onda di 850 nanometri, li distrugge. Il tutto senza alcun problema per i tessuti della bocca, con l’eliminazione del 100% dei batteri”.

Il paziente dovrà sottoporsi a un numero di sedute variabile a seconda delle zone interessate dal disturbo. “Capita a volte che il trattamento debba essere abbinato a una rimozione manuale del tartaro. In ogni caso si tratta di una tecnica meno traumatica rispetto a quelle tradizionali, che sterilizza con certezza la tasca parodontale e rappresenta un utile passo avanti nella terapia delle parodontiti”, conclude Conca.

Leggi altre informazioni

18/01/2012 Andrea Piccoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.