Le emergenze mediche nello studio odontoiatrico (stress e dolore)

0
180

Negli anni Novanta, presso la Clinica Odon­toiatrica dell’Università di Bologna sono stati condotti numerosi studi atti a evidenziare e a quantificare l’impegno dell’apparato cardiovasco­lare in soggetti sani e cardiopatici sottoposti a interventi odontoiatrici quanto mai vari. È stato utilizzato, quale Indice dell’impegno cardiova­scolare, il consumo di – ossigeno del miocardio (MV02, in mL/100 g di ventricolo sinistro), che rappresenta il lavoro del cuore sinistro istante per istante ed è condizionato dalla pressione arteriosa contro cui deve lavorare per espellere il sangue a ogni battito e dal numero dei battiti per minuto, cioè dalla frequenza cardiaca.

I risultati hanno confermato il sospetto secondo cui l’ansia è in grado di modificare significativa­mente la dinamica circolatoria in tutti i pazienti, durante il loro contatto con l’odontoiatra. L’aumento del lavoro del cuore si osserva già nel momento in cui il paziente si siede sulla poltro­na, e si evidenzia ancor più alla vista dell’odon­toiatra. Si tratta di incrementi del lavoro del cuore che vanno dal 5 al 40% rispetto ai valori basali; incrementi che possono raggiungere il 50% durante una seduta di detartrasi mediante ultra­suoni, in cui viene provocato un certo discomfort, e il 60% durante un’estrazione dentaria. Interessanti i dati emersi da un gruppo di sogget­ti sottoposti a estrazioni dichiarate al termine lie­vemente dolorose, ma tali da non giustificare l’interruzione delle stesse. Durante tali interventi, in cui il controllo del dolore non era risultato ottimale, si sono registrati incrementi del lavoro del cuore anche del 100% rispetto ai valori basa­li. Se li confrontiamo con gli incrementi medi che sono stati riportati in alcuni studi durante la som­ministrazione di un anestetico locale associato a vasocostrittore (15-20% in media), arriviamo alla conclusione che il meccanismo principale mediante il quale può essere provocata un’emer­genza medica durante un intervento odontoiatri­

co, tramite l’ipersollecitazione dell’intero organi­smo, è costituito dallo stress, ovvero dal dolore, generati dall’intervento stesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here