Le patologie delle mucose orali (apparecchi ortodontici fissi o rimovibili)

0
263

I bambini in trattamento con apparecchi ortodontici fissi o
rimovibili presentano un rischio maggiore di sviluppare lesioni a carico delle mucose, conseguenti a episodi traumatici o per decubito, in corrispondenza di particolari porzioni dell’apparecchio stesso; le manifestazioni cliniche sono riconducibili a ulcere, mucoceli, ipertrofia e ipercheratosi. Sono stati riportati casi di gengivite e parodontite in bambini con apparecchiatura ortodontica fissa,, ulcere su gengiva aderente in pazienti con presidi ortodontici linguali, tasche e gravi compromissioni parodontali indotte dall’uso di elastici  e lesioni da decubito con possibilita` di sovrainfezione secondaria (granuloma piogenico della lingua). L’uso di apparecchi ortodontici puo` causare aumento del volume gengivale e/o recessione gengivale, alcuni autori documentano una modificazione del biofilm e dell’ecosistema orale indotta dalla presenza di apparecchiature ortodontiche. In caso di stomatite da Candida spp. correlata all’uso di apparecchi ortodontici, e` necessario consigliare la massima pulizia dell’apparecchiatura e, se possibile, la sua rimozione durante la notte e nel corso del trattamento farmacologico. In questi casi, le terapie farmacologiche di elezione sono rappresentate da miconazolo in gel orale o, in alternativa, nistatina (in pastiglie da sciogliere lentamente in bocca) oppure ancora compresse di amfotericina. Sono state inoltre documentate manifestazioni orali indotte da intolleranza o allergia al nichel contenuto negli apparecchi ortodontici.
I bambini che praticano sport sono maggiormente a rischio di sviluppare patologie delle mucose orali, riconducibili a eventi traumatici del distretto dento-facciale. Lesioni come ematomi, lacerazioni e abrasioni sono spesso dirette conseguenze di un trauma dento-facciale accaduto durante l’esercizio fisico, un allenamento o una gara . Gli sport da contatto sono quindi a maggior rischio di eventi traumatici e l’uso di protezioni come paradenti e bite deve quindi essere consigliato. Le lesioni si verificano principalmente a carico di labbra, fornice, gengive e lingua e possono essere causate direttamente dal trauma e/o da causa iatrogena (splintaggi rigidi, suture, ecc.) Le abitudini viziate (alterazioni comportamentali quali succhiare
dita, labbra, guance, capelli, oggetti, piercing), i difetti della respirazione (respirazione orale), le parafunzioni (bruxismo), l’onicofagia e abitudini alimentari incongrue  possono determinare modificazioni sia funzionali sia morfologiche del cavo orale. Se queste si protraggono nel tempo, possono condurre, oltre ad alterazioni a carico dell’articolazione temporo-mandibolare, a malocclusioni e a lesioni a carico delle mucose orali (morsicatium buccarum), come ulcerazioni traumatiche, recessioni gengivali (onicofagia, piercing) e sovrainfezioni batteriche e micotiche.
Gli autori dichiarano che lo studio presentato e` stato realizzato in accordo con gli standard etici stabiliti nella Dichiarazione di Helsinki e che il consenso informato e` stato ottenuto da tutti i partecipanti prima del loro arruolamento allo studio.

Le raccomandazioni per le mucositi

In caso di pazienti affetti da malattie sistemiche che comportino un coinvolgimento diretto delle mucose orali o conseguenti a terapia della patologia primaria, si raccomandano un adeguato controllo dietetico/farmacologico, l’incremento della motivazione all’igiene orale personale con coinvolgimento forte di genitori e personale di supporto e controlli periodici da parte di un odontoiatra pediatrico e/o dall’igienista dentale. I pazienti sottoposti a terapia inalatoria steroidea devono sciacquare la bocca con acqua dopo ogni trattamento. Nei bambini con disabilita` si raccomanda di incrementare l’igiene orale domiciliare con il coinvolgimento consapevole. Quando una lesione ulcerativa o bianca non regredisce dopo terapia o rimozione di cause locali o reattive e dopo un attento
monitoraggio di 14 giorni, inviare il paziente all’odontoiatra pediatrico/stomatologo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here