L’odontostomatologia dello sport

0
278

Traumi dentali sono molto comuni nello sport e spesso sono a carico degli incisivi. L’importanza del paradenti individuale, progettato dal dentista sull’impronta della tua bocca, è oramai ben documentata sia negli adulti sia nei bambini. Il paradenti può prevenire gravi lesioni come commozioni ed emorragie cerebrali, perdita di conoscenza, fratture mascellari e lesioni al collo impedendo alla mandibola di premere violentemente contro la mascella. I paradenti sono efficaci nel separare il tessuto molle della cavità orale dai denti, prevenendo lacerazioni ed ecchimosi alle labbra e alle guance, specialmente di chi porta apparecchi ortodontici.
È consigliabile portare il paradenti ogni volta che esiste la possibilità di contatto con altri individui o con superfici dure. Il paradenti è quindi consigliato per chi gioca a basket, softball, calcio e rugby, a chi pratica la lotta, in-line skating, arti marziali ed attività ricreative come skateboarding e ciclismo, anche a livello competitivo.
Inoltre durante l’attività sportiva è stato dimostrato come un bite migliori la postura e diminuisca lo stress muscolare cranio-cervicale. Il bite è una placchetta di resina trasparente (simile al paradenti ma meno ingombrante), che modifica temporaneamente l’occlusione dentaria per permettere una migliore funzione muscolare durante la pratica sportiva. Infatti se è presente una malocclusione tutto il sistema muscolare della testa e del collo, che durante il gesto atletico è sotto massimo sforzo, riceve impulsi negativi, diminuendo la performance. Grazie ad un bite bilanciato secondo la dentatura del paziente, tutto il sistema muscolare cranio-cervicale può lavorare bene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.