L’osteotomia, endodonzia chirurgica, l’otturazione della cavità retrograda

0
651
odontoiatra.it, endodonzia chirurgica
odontoiatra.it, endodonzia chirurgica

Continuiamo l’analisi della tematica dell’endodonzia chirurgica e nello specifico, proseguiamo col trattare l’otturazione della cavità retrograda. Per diversi anni, il materiale usato per le otturazioni delle cavità retrograde è stato l’amalgama, oggi non più usata. Attualmente si fa ricorso a materiali quali i cementi a base di ossido di zinco-eugenolo, come l’IRM e il SuperEBA e il Mineral Trioxide Aggregate (ProRoot MTA).
I primi sono facilmente manipolabili, stabili, biocompatibili, hanno azione batteriostatica, sono facilmente rimovibili sono radiopachi e non scoloriscono i denti e/o i tessuti molli. Mescolando Il cemento SuperEBA si ottiene una consistenza molto densa, a forma di piccoli coni che restano attaccati all’estremità di un mini escavatore o di una piccola spatola con i quali vengono trasportati all’interno della preparazione apicale.
Il cono di materiale arriva alla base della cavità retrograda, mentre i lati del piccolo cono si connettono con le pareti. Man mano che si pongono in essere le serie di introduzione del materiale, si usa un plugger, prima tarato, al fine di condensare il SuperEBA dentro la cavità retrograda .
Lo specialista di endodonzia chirurgica condensa il materiale in eccesso sopra la superficie bisellata della radice servendosi di un brunitore a palla.
Indurito il cemento, con una fresa si rifinisce l’otturazione retrograda.
Dunque, si valuta l’interezza del SuperEBA, a seguito di asciugamento della superfice mediante l’irrigatore di Stropko.
Si procede ad una radiografia post operatoria e dopo di questa, lo specialista di endodonzia chirurgica può riposizionare i tessuti e realizzare la sutura.
In precedenza abbiamo detto che I cementi a base di ossido di zinco-eugenolo, sono facilmente manipolabili, ma presentano dei limiti:
Sono sensibili all’umidità. Per porre in essere una precisa otturazione del sistema dei canali radicolari, i cementi devono essere necessariamente asciutti e non devono entrare in connessione con il sangue. Nel corso dell’esecuzione di un incappucciamento pulpare diretto, se vi è emorragia, questa deve essere controllata.
Per riparare una perforazione , è fondamentale che il campo sia asciutto. In conclusione, nel mentre di un intervento di endodonzia chirurgica, è fondamentale che la cavità retrograda sia asciutta. Da poco, è stato introdotto in endodonzia chirurgica un materiale per otturazioni retrograde alternativo ai cementi a base di ossido di zinco-eugenolo: Mineral Trioxide Aggregate (ProRoot MTA, Dentsply Tulsa Dental) Attualmente, esso è considerato il materiale d’elezione per l’endodonzia chirurgica.
Dal momento dell’introduzione dlle punte da ultrasuoni per la preparazione della cavità retrograda la superficie radicolare non è tagliata più con un bisello di 458 ma quasi con un angolo di 908. È necessario avere un Carrier capace di depositare il materiale da otturazione retrograda operando con un angolo di 908.
il Mineral Trioxide Aggregate (ProRoot MTA, Dentsply Tulsa Dental) non è facile da utilizzare , e quando è stato messo in mercato commercio non vi era un idoneo carrier per posizionarlo nelle sue diverse applicazioni.
il Dovgan Carrier (Quality Aspirators) fu il primo Carrer Esso però era scomodo da usare in endodonzia chirurgica
Agli inizi del nuovo millennio, un altro Carrer fu progettatao dal Dr. Edward Lee.
Recentemente, un altro carrier e` stato disegnato e prodotto dalla Produits Dentaires SA (Svizzera) in collaborazione con il Dr. Bernd Ilgenstein il MAP (Micro Apical Placement) System. Stiamo parlando del noto carrier ‘‘universale’’.
Presenta specifici aghi che ne assicurano un semplice utilizzo in endodonzia chirurgica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.