Odontoiatra, Dentista, Odontotecnico. Le differenze sostanziali

0
128
Troppo spesso chi ha necessità di cure non conosce le differenze sostanziali, come quella tra dentista e odontotecnico.

 

Questo articolo si propone di mettere in luce tali differenze con un linguaggio semplice e chiaro, al fine di rendere finalmente evidente le differenze tra le specializzazioni presenti in Italia. Il dentista di famiglia ha lo scopo di curare e pianificare i trattamenti odontoiatrici nel nucleo famigliare, spesso uno stesso studio cura più membri di una stessa famiglia, con priorità e bisogni differenti in base all’età e le abitudini dei componenti del nucleo famigliare.

 

Come sono differenti le patologie le necessità terapeutiche e le priorità dei pazienti che compongono una stessa famiglia, anche la figura del dentista è dell’odontoiatra hanno definite delle differenze.

 

Premesso che entrambi sono figure professionali laureate, tale differenza era maggiormente marcata negli anni passati quando il percorso di studi era differente al raggiungimento dei titoli su citati.

 

Sia il dentista che l’odontoiatra hanno il compito di occuparsi della prevenzione e della diagnosi delle affezioni patologiche del sistema masticatorio.

 

Il compito primario dell’odontoiatra è di prevenire eventuali malattia sulla dentatura, dal mal occlusione, provvedere al corretto funzionamento masticatorio delle ossa mascellari, con l’armonico allineamento dentale. Ogni suo intervento è a garanzia di un miglior mantenimento nel tempo dei denti, compreso il loro tessuto di sostegno curandosi dell’estetica del viso e del sorriso. La terapia ortodontica si effettua spesso su bocche sane, quindi la cura sia dei denti che degli stessi tessuti orali viene effettuata precedentemente dal dentista medico chirurgo.

 

Quindi compreso una perfetta pulizia ed igiene orale eseguita spesso ad opera dell’igienista dentale. Per evitare il manifestarsi di carie o altri disagi durante la terapia. L’attività dell’odontoiatra si basa su una specifica pianificazione terapeutica con vari controlli e monitoraggi per il raggiungimento del risultato desiderato.

 

La terapia dell’odontoiatra consiste nell’utilizzo di apparecchi mobili o fissi, i materiali utilizzati sono di nuova generazione resistenti e non suscettibile a colorazioni in caso di uso di cibi o bevande. Le modalità dei trattamenti saranno in funzione dell’esigenza dei pazienti e della terapia. I trattamenti che utilizziamo nel nostro studio odontoiatrico sono i più moderni ed efficienti garantendo al paziente una cura più rapida e sana con minor numero di appuntamenti con risultati significativi e di qualità superiore ad ogni aspettativa.

 

Mentre l’operato del dentista come professionista medico sanitario ha il compito di diagnosticare le terapie delle patologie dei denti, delle mascelle della bocca, ecc. Tale professione è molto vasta e composta da diversi settori, come l’ortodonzia che si dedica maggiormente dell’allineamento dei denti per motivi funzionale ed estetici; la gnatologia cura l’insieme della struttura masticatoria tipo le articolazioni, la muscolatura dei denti ed i movimenti connessi ad essi; la chirurgia implantologica, quale l’inserimento d’impianti dentali su strutture di titanio nel caso di mancanza del tessuto osseo; l’edondonzia che si occupa della cura delle parti interne dei denti mediante devitalizzazioni, bonifica dei canali con eventuale sigillatura; la conservazione dei denti, pratica conservativa è un’attività ulteriormente diffusa nel settore che consiste nella tradizionale otturazione dei denti e sigillatura.

Ancora ad oggi tra la gente, in buona fede, si incorre al rischio della confusione tra odontoiatra, dentista ed odontotecnico.

 

Quest’ultimo ha solo l’esclusiva specializzazione a costruire le protesi dentarie su specifica prescrizione dell’odontoiatra, svolge il suo lavoro in un laboratorio odontotecnico e lavora su modelli in gesso della bocca ricavate dalle impronte che gli si vengono fornire trattando resine, cere e ceramiche. L’odontotecnico è diplomato in un istituto professionale per l’industria e l’artigianato ed è iscritto alla Camera di Commercio ed artigianato. Ad egli viene vietato in ogni caso, di interagire con il paziente perché così facendo eserciterebbe altra professione in maniera abusiva. Spesso nel passato molti odontotecnici pur non avendo il titolo di studio appropriato esercitavano in ogni modo la professione del dentista o dell’odontotecnico.

 

In tal maniera, non avendo alcuna preparazione medica vi è un maggior rischio dell’incompetenza dell’odontotecnico e del pericolo che arreca il suo operato a discapito del paziente, non risolvendo così alcun problema ma anzi in molti casi aggravandolo e conferendo maggior esborso di denaro al paziente che incorre ad un professionista abusivo privo di titoli di studi e competenze mediche chirurgiche.

L’abusivismo ai mal capitati pazienti comporta il rischio di attuare terapie errate con devitalizzazioni o estrazione su denti recuperabili o il pericolo di diffusioni di infezioni al cavo orale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here