PROTESI SCHELETRATA ESTETICA CON ATTACCHI O MISTA

0
952

E’ una protesi mista perchè utilizza una parte fissa ed una mobile, collegate tra di loro da attacchi maschio femmina a scomparsa.
Dal punto di vista estetico è ottima perchè non si notano in bocca ganci siano essi bianchi o metallici.

la bocca della paziente presenta un’edentulia(mancanza di denti ) distale(posteriore) si procede alla monconizzazione degli elementi che devono supportare le ceramiche con i maschi degli attacchi (mai meno di due elementi per lato).

particolare di laboratorio il 34-35 (primo e secondo premolare inferire di sinistra )con il maschio dell’attacco, mentre si intravede sulla parte mobile scheletrata sia la femmina dell’attacco sia il braccio fresato che chiuderà dalla parte interna delle ceramiche.

le ceramiche del 34-35 con attacco cementate in bocca

la protesi scheletrata posizionata in bocca: l’attacco maschio-femmina è preciso e non consente movimenti alla protesi scheletrata;
ma oltre ad una maggiore stabilità, è molto evidente il vantaggio estetico per l’assenza di ganci vestibolari,siano essi metallici o bianchi.

protesi scheletrata con attacchi (o mista in quanto presenta una componente fissa ed una mobile) in bocca si noti la maggiore naturalezza rispetto le altre protesi mobili.

protesi scheletrata superiore con attacchi.
Costituita da un lavoro in ceramica da 13 a 23 (dal canino superiore di destra a quello di sinistra) nel settore anteriore

e da una parte mobile nei settori laterali collegati al centro da una sottile fascia in lega.
Si noti quanto è ridotta la parte della protesi che aderisce al palato rispetto la protesi mobile classica.

la parte di protesi fissa anteriore con attacchi nel dettaglio: si notino sia i maschi dei due attacchi simmetrici posti ai lati dei due canini, sia il fresaggio.(il fresaggio è una scanalatura ricavata dalla parte interna della protesi fissa che serve ad aumentare la superficie di ancoraggio della parte mobile scheletrata).

la parte dello scheletrato che va a contatto con il palato.
Si noti il sottile arco in lega, anteriore,che va ad incastrarsi nel fresaggio e gli attacchi femmina in giallo simmetrici e bilaterali.

particolare dell’attacco femmina in giallo dello scheletrato.
La parte gialla è costituita da uno speciale materiale plastico che funge da amortizzatore tra le due strutture:quella fissa e quella mobile.

particolare del maschio dell’attacco prospiciente dalla struttura in ceramica.

particolare del come si incastrano le due componenti degli attacchi.

incastro effettuato tra la componente fissa e quella mobile.
La mancanza di ganci sia metallici che bianchi rendono questa protesi mista la più estetica tra le protesi mobili.

caso con distruzione dei monconi del gruppo frontale superiore.

caso ultimato con la parte frontale fissa con elementi in ceramica ed attacchi per la parte posteriore mobile.

inserimento del gruppo in ceramica frontale

vista palatale in bocca della connessione delle due parti : si noti come non vi sia palato ma una fascia metallica sottile, la leggerezza di questi manufatti è incredibile.

le due parti del lavoro separate viste dall’alto

stessa prospettiva ma con la parte fissa e mobile connesse

il lavoro su modella da laboratorio vista palatale.

altro caso di protesi mista con ceramica sul gruppo frontale ed attacchi e scheletrato nei settori posteriori : è stata appena effettuata la monconizzazione dei pilastri della protesi fissa.

lavoro fisso in ceramica anteriormente

lavoro completo dello scheletrato posteriore : si notino nell’arcata inferiore i ganci metallici di un vecchio scheletrato inferiore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.