PROTESI TOTALE MOBILE CON ORING

0
938

La protesi totale è una protesi mobile la cui base e denti sono costituiti da resina.
E’ pur vero che i denti oggi sono fatti da resine così brillanti da definirsi erroneamente porcellanate ma non esiste una protesi totale in ceramica.
IN QUESTO CASO

La protesi totale mobile è inevitabile in quei casi ove vi è la mancanaza di elementi dentari e l’osso non consente l’applicazione degli impianti.
Il numero di queste protesi è destinato a diminuire vertiginosamente, merito sia della prevenzione , sia di tecniche implantologiche sempre più avanzate.
Gli Oring sono come dei “bottoncini” o “clips” che permettono un ancoraggio ottimale della protesi mobile.
Gli Oring possono essere fissati su radici di denti preventivamente trattati endodonticamente o su mini-impianti ed ancor meglio su impianti.
Nel caso specifico sono tutti fissati su radici dentali.

La protesi vista dalla parte occlusale, contrariamente a quanto si pensa è un manufatto versatile, ben tollerato ,consente una massima pulizia ;
l’unico inconveniente è che per evitare piaghe o decubiti bisogna ribasarla almeno ogni anno e mezzo.

La protesi vista dal lato interno palatale quello cioè che aderisce alla mucosa del palato.
La ribasatura altro non è che l’aggiunta di resina al palato perchè la mancanza dei denti e delle loro radici fà si che l’osso si ritiri continuamente ed insieme ad esso anche la mucosa.
Accade ciò che si verifica quando mancano le radici nel terreno : esso col tempo si disperde.

Una tecnica per mantenere l’osso è quella quindi di mantenere più radici possibile o inserire impianti ed attraverso gli oring mantenere non solo la protesi ma anche l’osso.

L’oring ha un doppio vantaggio rispetto i denti che mantengono la corona nel contesto di una protesi mobile: hanno un rapporto di leva favorevole e sono più duraturi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.