PROTESIZZAZIONE DI IMPIANTI SOMMERSI

0
516

La tecnica “sommersa” cioè implantologia in due tempi è a mio modo di vedere la più tranquilla, in quanto gli impianti si osteointegrano in condizioni di riposo funzionale, senza quegli stimoli esterni compresa la contaminazione che potrebbero pregiudic

Gli impianti dell’arcata inferiore della paziente di anni 55 sono stati “scappucciati” cioè fatto trascorrere il periodo di tre mesi necessario per l’osteointegrazione secondo la tecnica “sommersa” sono stati esposti nel cavo orale con le apposite viti di “guarigione” ben evidenti nella foto.

svitate dopo circa 10gg le viti di guarigione si inseriscono delle connessioni di
si prende l’impronta con materiali elastomeri di alta precisione ovviamente si reinseriscono le viti di guarigione che accompagneranno gli impianti fino alla consegna della protesi

monconi fabbricati in laboratorio visti dall’alto

monconi su modello in gesso visti frontalmente

monconi inseriti tutti in bocca tranne quello dell’incisivo di sx evidente nella foto che presenta ancora la vite di guarigione, lasciato appositamente per cogliere visivamente la differenza tra i monconi e la vite di guarigione

protesi su modello in gesso

protesi fissa in bocca secondo la tecnica sommersa cioè quella tecnica che si avvale di due tempi chirurgici : prima impianti (Sommersi) al di sotto della gengiva, nell’osso; poi scopertura e protesizzazione .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.