Snappy, l’abutment ideale per protesi posteriori (seconda parte)

301

Nobel Biocare annuncia l’amplia­mento della gamma di Snappy Abutment con l’aggiunta di nuovi e- lementi con altezza maggiore: 4,0 e 5,5 mm.

Grazie al suo design e profilo, Snappy Abutment consente l’uso clinico senza alcuna modifica. Inoltre, il transfer snap-on in dotazione assi­cura una rilevazione più semplice dell’impronta. Snappy Abutment è facile da usare, ideale per protesi posteriori, soprattutto in caso di ar­cate parzialmente edentule, e per protesi singole.

Tutti i componenti protesici e i sin­goli elementi necessari per la pro­cedura, come l’abutment, la vite deU’abutment, il transfer per im­pronta, la cappetta di guarigione e quella provvisoria sono compresi un un’unica confezione. Quindi, Snappy Abutment è anche economico, permette di ridurre i tempi operati­vi e rappresenta una soluzione pro­tesica altamente funzionale. Snappy Abutment viene applicato sull’impianto e la vite viene serrata con un torque di 35 Ncm con il cac­ciavite Unigrip e il cricchetto pro­tesico. Una volta fissato, si applica il transfer d’impronta, in modo che la freccia sul transfer sia orientata vestibolarmente. Il materiale viene quindi iniettato attorno al transfer e si procede con il rilevamento dell’impronta in modo molto pre­ciso, senza necessità di fili retrat­tori. Il laboratorio può quindi uti­lizzare la replica dell’abutment per preparare la protesi definitiva. La cappetta provvisoria inclusa, inol­tre, fa in modo che il paziente pos­sa lasciare lo studio con un dente funzionale. La corona definitiva vie­ne preparata con tecnica conven­zionale e, a questo scopo, Nobel- Procera offre un’ampia gamma di so­luzioni per tutte le indicazioni, estetiche ed economiche.

Snappy Abutment è disponibile per tutti i sistemi implantari Nobel Biocare, NobelReplace, Brànemark, NobelActive e per tutti i diametri di piattaforma NP, RP, WP e 6.0.

Da più di ventanni Mocom rappre­senta un sicuro punto di riferimen­to nell’ambito della sterilizzazio­ne. L’ottimizzazionedei processi pro­duttivi è la riconosciuta competenza tecnologica permettono all’azien­da di proporre prodotti innovativi e in grado di rispondere alle diver­se esigenze dello studio odontoia­trico. Una produzione di qualità te­stimoniata dalla certificazione ISO 9001 e ISO 13485 e dalle certifica­zioni CE, FDA e cCSAus ottenute per la gamma Millennium.

Anni di esperienza, una tecnologia considerata lo stato dell’arte nel campo della sterilizzazione, l’uti­lizzo di materiali di alta qualità e la ricerca di soluzioni sempre più at­tente alle richieste dei professioni­sti hanno permesso a Mocom di di­venire uno dei leader a livello mon­diale nella produzione di piccole sterilizzatrici.

Le autoclavi Millennium sono do­tate di un potente generatore di vapore brevettato che permette una generazione istantanea di vapore saturo di elevata qualità. L’impian­to idraulico combinato all’utilizzo della pompa del vuoto permette un’estrema rapidità dei cicli e un no­tevole risparmio idrico. Inoltre, gra­zie al sistema opzionale di demineralizzazione e alla pompa dell’acqua ausiliaria, l’autoclave gestisce in mo­do completamente autonomo il ca­rico e lo scarico dell’acqua.

Il generatore di vapore e la pom­pa del vuoto a doppia testa alta­mente performante permettono di avere cicli di tipo B per strumenti cavi e porosi in meno di 30 minu­ti. Le autoclavi Millennium per­mettono di eseguire 11 cicli senza tempi di attesa, con un importan­te risparmio di tempo e di ener­gia. Infatti, i diversi programmi han­no numero di pulsazioni di vuoto e durata dell’asciugatura diversi­ficati in base al tipo di materiale da sterilizzare. Inoltre, a fine ciclo l’autoclave passa alla modalità stand by, con possibilità di auto­spegnimento.

La camera di sterilizzazione è inte­ramente realizzata in acciaio inox elettrolucidato, garantendo così un’e­levata qualità e una maggior durata nel tempo. All’interno, il cestello inox ruotabile può alloggiare 5 vas­soi o 3 cassette. È inoltre disponi­bile un cestello opzionale per le cas­sette

specifiche per implantologia. Per migliorare il passaggio del va­pore all’interno della camera e di conseguenza l’asciugatura del cari­co, le autoclavi sono dotate di pra­tici vassoi in filo d’acciaio. Inoltre, grazie all’esclusivo sistema di a- sciugatura intelligente, l’autoclave determina automaticamente il tipo di trattamento corretto in base al­la quantità di carico. In questo mo­do, a fine ciclo si ha la garanzia di a- vere sempre a disposizione stru­menti perfettamente asciutti.

Le autoclavi Mocom consentono di scegliere il modo di archiviazione dei dati dei cicli effettuati più con­sono alle esigenze dello studio. In­fatti, i dati possono essere stampa­ti su supporto cartaceo oppure re­gistrati in forma digitale su pen dri­ve USB, che rappresenta il modo più pratico, sicuro e moderno di tra­sferimento dei dati per l’archivia­zione su computer.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here