Trapianto di mandibola in titanio realizzata con tecnologia 3D

0
318

E’ una prima mondiale, la prima volta che un paziente riceve un impianto di mandibola custom in sostituzione del mascellare inferiore” afferma Jules Poukens, il ricercatore che ha guidato l’operazione al Biomed, il dipartimento di ricerca biomedica del

Una donna di 83 anni, belga, affetta da osteomelite è tornata a masticare, parlare e respirare normalmente dopo un trapianto di mandibola custom realizzata con tecnologie 3D rivoluzionarie.

Fino ad ora, il più grande trapianto realizzato con tecnologia 3D stampata è stato il riposizionamento di una metà di mascella superiore, un’operazione avvenuta nel 2008 in Finlandia.

La squadra guidata dal Dr Poukens ha collaborato con una azienda specializzata in tecnologie 3D (Layerwise a Leuven, Belgio) specializzata nella stampa con titanio Ultrastrong per produrre componenti protesici di implantologia dentale e impianti ossei del viso e della colonna vertebrale.

Con i dati ottenuti da una tomografia, hanno alimentato una stampante 3D a sinterizzazione laser che ha fuso a strati, particelle di titanio fino ad ottenere la forma della mandibola voluta. L’impianto così creato è stato poi rivestito di biomateriale ceramico. Nessun dettaglio è stato risparmiato: aveva anche fossette e cavità per l’inserzione dei muscoli, le cavità per i nervi mandibolari e le sedi prefilettate per gli impianti dentali che il paziente potrebbe aver bisogno in futuro.

L’intervento ha avuto luogo nel giugno 2011, ma solo ora è stato rivelato. “Poco dopo il risveglio dall’anestesia il paziente ha detto alcune parole e, a fine giornata era in grado di parlare e deglutire normalmente”, dice Poukens.

E ‘solo l’inizio, prevede Peter Mercelis amministratore delegato di Layerwise. “Sarà possibile trattare su scala molto più ampia il trapianto di strutture ossee personalizzate per paziente per tutte le parti del corpo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.