TUMORI ALLA BOCCA: EVITABILI IN 4 CASI SU 5

0
394

Quattro volte su 5 si potrebbero evitare smettendo di fumare, limitando il consumo di alcol e facendo più attenzione all’igiene orale.

Quattro volte su cinque si potrebbero evitare smettendo di fumare, limitando il consumo di alcol e facendo più attenzione all’igene orale, ma quasi sempre i tumori alla bocca (cavo orale, faringe e laringe) colpiscono persone anziane, povere e poco colte. “Malati che non riescono a far sentire la propria voce e che per questo vengono dimenticati. Mentre basterebbe una campagna di sensibilizzazione mirata per proteggerle dalla malattia, o per permetterne la guarigione nell’80-100% dei casi”. A lanciare l’appello è Marco Merlano, primario della Divisione di Oncologia dell’ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo. La struttura rappresenta da anni un centro di riferimento nazionale e internazionale per i tumori di testa e collo, che in Italia colpiscono in media 10 mila persone l’anno rappresentando quindi la quinta patologia oncologica più diffusa.

Di tumori a testa e collo si è parlato il 28 febbraio 2008 al Santa Croce e Carle, in un incontro organizzato nell’ambito del progetto ‘Eccellenza’ promosso e sostenuto da AstraZeneca. Gli specialisti si sono concentrati in particolare sui tumori del cavo orale, che comprendono anche carcinomi a faringe e laringe. “In Italia questi tumori sono particolarmente diffusi nelle zone montane e pedemontane lungo tutto l’arco alpino – spiega Merlano – Si tratta di neoplasie strettamente correlate a fumo, alcol e scarsa igiene orale. Il picco d’incidenza è tra i 60 e i 70 anni, e i maschi sono 9 volte più colpiti. Purtroppo – aggiunge l’esperto – nel 60% circa dei casi i pazienti arrivano alla diagnosi quando la malattia è ormai in fase avanzata e le speranze di guarire sono comprese tra lo zero e il 30%, contro l’80-100% nei casi in cui la diagnosi è precoce. Un gap enorme che stiamo cercando di abbattere, sollecitando iniziative di sensizibilizzazione almeno a livello locale. Stiamo lavorando su medici di medicina generale e odontoiatri, anche se spesso queste persone sono troppo povere per andare dal dentista e non si fanno visitare con regolarità dal medico di famiglia”, dice.
fonte ADNKRONOS SALUTE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.