Valutazione dell’efficacia antibatterica di un collutorio a base di perossido di idrogeno e acido ialuronico

0
428

Il tubo digerente, e il cavo orale in particolare, è colonizzato da una notevole quantità di microrganismi, particolarmente eterogenei anche dal punto di vista qualitativo. Nel cavo orale, infatti, ritroviamo la cosiddetta placca batterica, una patina adesa alla superficie dei denti sulla quale si sviluppano i batteri. Principali responsabili della carie sono lo Streptococcus mutans e il Lac- tobacillus acidophiliis. L’organismo si difende dal loro attacco cariogeno attraverso la saliva, la quale, oltre al lisozima, contiene anche altre sostanze ad azione antibatterica. Nella saliva è contenuto infatti l’enzima perossida- si, che utilizza il perossido di idrogeno (H202) come substrato per produrre radicali di ossigeno a elevata azione battericida. L’H202 è considerato infatti un efficace disinfettante in quanto,

grazie proprio alla perossidasi prodotta dalle cellule, libera os­sigeno con azione battericida. A livello della mucosa orale il pe­rossido di idrogeno può ridurre l’adesione batterica (1). È noto che il perossido di idrogeno pre­senta un’azione battericida, fun­gicida e antivirale (2).

Alcune condizioni patologiche del cavo orale, come l’alitosi, possono essere segno di un’ec­cessiva presenza di determinate specie batteriche, il cui metabo­lismo produce sostanze volatili dall’odore sgradevole. Nel cavo orale di persone sane si possono anche ritrovare alcune colonie di patogeni, quali Candida albi- cans. Questi microrganismi sono tuttavia presenti in una carica in­sufficiente per esplicare attività patogena. Quando la loro viru­lenza aumenta, per esempio a causa di un temporaneo calo delle difese dell’organismo, pos­sono dare origine a specifiche lesioni o alterazioni.

Il collutorio esaminato nel pre­sente studio è uno specifico e particolare prodotto, a base di acido ialuronico e perossido di idrogeno, che può essere utiliz­zato, oltre che in gel, anche in formulazione liquida. La partico­lare formulazione del prodotto permette un rilascio prolungato di perossido di idrogeno, favo­rendo pertanto un’azione batte­ricida rapida, mentre la compo­nente dell’acido ialuronico in­durrebbe un’azione di difesa della mucosa orale.

L’acido ialuronico è, infatti, un biopolimero che presenta una notevole affinità con le cellule della mucosa orale. Le formula­zioni per il cavo orale che con­tengono acido ialuronico sono particolarmente efficaci in quan­to i tessuti che formano il cavo orale sono naturalmente molto ricchi di questo acido. L’acido ia­luronico assunto tramite colluto­ri viene quindi facilmente “rico­nosciuto” dalla mucosa orale e rapidamente legato alla mem­brana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.